CREDEM FESTEGGIA CON ANDREA GRIMINELLI I 100 ANNI DELLA FILIALE DI CORREGGIO


reggio emilia 15 marzo Prosegue il programma di iniziative culturali varato da Credem in occasione del centenario del Gruppo con un concerto del flautista Andrea Griminelli al teatro Asioli di Correggio. L’evento ha l’obiettivo di celebrare l’apertura, a Correggio, della prima filiale della banca dopo la sede centrale di Palazzo Spalletti Trivelli di Reggio Emilia. L’istituto ha voluto così festeggiare questo importante traguardo con i suoi clienti e con la cittadinanza correggese con un concerto di un celebre artista originario della città. A dare il via alla serata, che inizierà alle 21 e alla quale parteciperanno oltre 450 invitati sarà il presidente del Gruppo Credem Giorgio Ferrari che ha commentato: “E’ con vero piacere che festeggiamo anche i cento anni della filiale di Correggio, che dopo la sede di Reggio Emilia, è la più antica filiale Credem, allora Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia. Anche questo, è un traguardo importante”, conclude Ferrari, “raggiunto grazie alla fiducia che ci è stata riservata nel tempo dagli azionisti, dalla nostra clientela, dai nostri partner, dal management e da tutto il personale. E’ una ricorrenza che appartiene anche a tutti coloro che ci circondano e a tutti coloro che ci hanno seguito in questi anni di attività, di forte impegno e di successi.” “Questa serata”, aggiunge Francesco Germini area manager retail di Credem, “vuole essere oltre che un momento di festa anche un ringraziamento a tutti i cittadini correggesi e a questo paese che ha rappresentato sin dall’inizio una piazza di interesse per la banca. La filiale di Correggio”, aggiunge Germini, “è cresciuta molto negli anni e con i suoi 5.000 clienti, tra retail, private e corporate, continua ad essere un punto vendita su cui investire, inserito in un’area di grande interesse economico.” Accompagnato al pianoforte dalla stimata esordiente Irene Veneziano, Andrea Griminelli, originario di Correggio, eseguirà per il pubblico “Tarantella” di G. Rossini, un medley di brani: “Romeo e Giulietta”, “Il Padino”, “8 e mezzo” di N. Rota, a seguire Zigeunerweiser Op. 20 di P. Sarasate e un medley sui temi di “Moon River” e “Meggie’s theme” di H. Mancini. Non mancherà un omaggio al maestro Ennio Morricone con “Nuovo Cinema Paradiso” e “Mission” e in conclusione una fantasia brillante sui temi della “Carmen” di Bizet per flauto e pianoforte di F. Borne. Il concerto all’Asioli si inserisce tra le iniziative promosse per i 100 anni dalla fondazione di Credem (5 maggio 1910) con il nome di Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia. In occasione dell’anniversario sono già stati realizzati due volumi sulla storia della banca e le sue collezioni artistiche. In particolare, il volume “Credito Emiliano 1910-2010: dalle radici agricole alla diffusione nazionale” (Laterza Editori) è dedicato alla storia economica dell’azienda, mentre “Le collezioni artistiche del Credito Emiliano – Storia del palazzo Spalletti Trivelli di Reggio Emilia” (Silvana Editoriale) illustra la raccolta di opere d’arte conservate nell’istituto. Sintesi storia del Credem Credem è stata fondata con il nome di Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia il 5 maggio 1910. Alla fine dello stesso anno erano quattro le filiali attive a S. Polo d’Enza, Correggio e Scandiano, oltre alla sede di Reggio Emilia. Negli anni successivi furono aperti numerosi sportelli in tutto il territorio della provincia di Reggio Emilia, oltre alla importante sede modenese di Sassuolo inaugurata nel 1921. Lo sviluppo della banca continuò nei decenni successivi e nel 1983 l’acquisizione della Banca Belinzaghi di Milano costituì la prima opportunità di crescita significativa al di fuori dei confini regionali. Successivamente, con un intenso piano di sviluppo territoriale e l’ampliamento dei settori di attività che affiancò a Credem società operative nel retail, nel corporate banking e in vari comparti del parabancario, si giunse alla nascita nel 1993 del Gruppo Bancario Credito Emiliano – Credem, con a capo Credito Emiliano Holding Spa. La struttura si ampliò nel 1994 con l’acquisizione del Gruppo Euromobiliare e nel 1997 Credem fu quotata in Borsa. Lo sviluppo territoriale è continuato fino ai giorni nostri con l’apertura di nuove filiali e l’acquisizione di gruppi di sportelli o di banche di piccole e medie dimensioni. Il Gruppo è così cresciuto fino a diventare una tra le principali realtà private italiane. E’ presente a livello nazionale in 88 province e 19 regioni e conta 563 filiali, 42 centri imprese, una rete di promozione finanziaria composta da 929 promotori finanziari, circa 220 agenti finanziari Creacasa e le sue società specializzate nel leasing, factoring, wealth management, bancassurance (Credemvita) e nella distribuzione mutui (Creacasa).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet