Credem: utile netto cons al 30/9 sale a 90,2 mln (+5,5% a/a)


reggio emilia 15 novembre-Nei primi nove mesi dell’anno, Credito Emiliano ha conseguito un utile netto consolidato in crescita del 5,5% a/a a 90,2 milioni di euro.Gli impieghi, spiega una nota, sono cresciuti a 20,52 miliardi (+5,5%), mentre la raccolta diretta da clientela e’ aumentata del 5,1% a 15,49 miliardi. La raccolta gestita e’ inoltre migliorata dell’1,7% a/a a 15,73 miliardi.I costi operativi sono poi calati dell’1,2%, mentre il margine di intermediazione si e’ attestato a 710,1 milioni, stabile rispetto all’analogo periodo dello scorso esercizio. Il cost/income e’ invece diminuito al 63,3% (64,1% al 30/9/11). Gli accantonamenti per rischi e oneri sono inoltre aumentati a 56,5 milioni (8,9 mln), con le rettifiche nette di valore sui crediti ammontano a 52,8 milioni (+70,3% a/a). Restano contenute le sofferenze, che rappresentano l’1,26% degli impieghi (1,19% in 9 mesi 11).In merito agli indici patrimoniali, il Core Tier 1 capital ratio si e’ attestato al 9,38%, mentre il Total Capital Ratio e’ ora pari al 12,7%.Per quanto riguarda i prossimi mesi, in base ai segnali che hanno caratterizzato l’economia e i mercati nel corso del 2012, le moderate indicazioni di ripresa che hanno contraddistinto l’andamento reddituale del sistema bancario e del gruppo nei primi nove mesi dell’anno presentano non pochi caratteri di fragilita’. Resta al riguardo cruciale l’evoluzione degli scenari macroeconomici e finanziari, l’andamento dello spread sui titoli governativi ritenuti piu’ rischiosi e il conseguente costo del funding, il trend dei mercati, il conseguente apporto del trading e della gestione ed intermediazione e l’andamento del costo del credito che registra evidenti segnali di accelerazione anche in questa fase dell’anno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet