CREDEM A REGGIO EMILIA: LA COMPONENTE IMMOBILIARE NEI PORTAFOGLI DEI CLIENTI PRIVATE, TENDENZE E PROSPETTIVE


REGGIO EMILIA 13 SETTEMBRE Si terrà oggi a Reggio Emilia presso il Golf Club Matilde di Canossa il primo appuntamento del progetto Academy. L’iniziativa, organizzata da Euromobiliare asset management sgr e dalla divisione private banking Credem, prevede una serie di incontri periodici in diverse città italiane, riservati a consulenti e clienti del private banking Credem, in cui saranno affrontate tematiche relative alla gestione dei grandi patrimoni. L’obiettivo è offrire ai partecipanti un’occasione di confronto e contatto con importanti esperti in diversi ambiti della gestione del patrimonio.Nel corso del primo incontro a Reggio Emilia, a cui parteciperanno 150 tra consulenti e clienti del private banking Credem, sarà affrontato il tema del ruolo e della corretta valutazione della componente immobiliare all’interno del patrimonio dei clienti private. In particolare interverrà il professor Ezio Bruna, docente presso il Politecnico di Torino e fondatore di CESFIM (Centro Studi Finanza Immobiliare), specializzato in economia e finanza immobiliare. L’esperto illustrerà gli strumenti di analisi e previsione dei cicli immobiliari, come si sviluppa e come si modifica nel tempo il modello di domanda e offerta in tale settore, quali sono le tendenze e le prospettive del mercato immobiliare italiano.L’iniziativa proseguirà nei prossimi mesi con ulteriori incontri che tratteranno, tra gli altri temi, la gestione del rischio, la costruzione dei portafogli, il passaggio generazionale e la finanza comportamentale. Gli incontri saranno tenuti da docenti universitari, esperti e gestori sia italiani sia internazionali.“Per il primo di una serie di appuntamenti di formazione e confronto, riservati ai nostri migliori consulenti e ai clienti top, abbiamo scelto di affrontare il tema della valutazione della componente immobiliare nel portafoglio dei clienti private”, ha dichiarato Giancarlo Caroli, responsabile private banking Credem, “poiché da un’analisi interna effettuata dal nostroservizio di family planning è emerso che tale componente sia considerata fondamentale nell’allocazione del patrimonio da oltre 6 clienti su 10, anche in un momento complesso come l’attuale. Il nostro obiettivo”, ha proseguito Caroli, “è offrire sia ai nostri banker sia ai nostri clienti degli strumenti per affrontare le scelte di investimento con la maggiore preparazione e consapevolezza possibile”.Il private banking Credem, la struttura che all’interno della banca gestisce i clienti con grandi patrimoni, è presente a Reggio Emilia e provincia con 20 consulenti e, nell’area, gestisce tre miliardi di euro di masse.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet