BANCA REGGIANA: INAUGURATA LA NUOVA SEDE A GUASTALLA


guastalla 13 maggio A non più di 200 metri dalla canonica di Pieve in cui, alle ore 18 (dopo i Vespri) del 12 aprile 1896, nacque la Cassa rurale dei prestiti di Guastalla, Banca Reggiana (che di quella tradizione è erede) ha inaugurato la sua nuova sede.Un edificio di 3.800 metri quadrati con una piazza di 1.500 metri intitolata a don Teobaldo Soragna, artefice della nascita, oltre un secolo fa, di una delle prime Casse Rurali ed Artigiane collocate nella nostra provincia (giunsero ad essere addirittura 47 prima del ventennio fascista), che alla fine degli anni ’90 assunsero poi il nome di Banche di Credito Cooperativo.Una collocazione – hanno spiegato il presidente di Banca Reggiana, Giuseppe Alai, e il direttore Marco Piccinini – “che nulla ha comunque a che vedere con la nostalgia: “siamo qui – hanno detto – per ribadire il legame con il territorio e le nostre comunità, guardando ad un futuro che, con l’integrazione con Banca di Cavola e Sassuolo (una delle tre Casse Rurali rimaste in provincia di Reggio Emilia –ndr) ci renderà ancora più efficacemente presenti a fianco delle imprese, delle famiglie, dei risparmiatori che oggi cercano nuove sicurezze”.Uno sguardo diretto, dunque, a quella “razza emiliana” – come l’ha definita il presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini – provata dalla crisi e provata dal terremoto, ma capace di grande solidarietà e di segnali di speranza; una comunità – hanno aggiunto il presidente della Confcooperative e il presidente regionale delle Banche di Credito Cooperativo, Giulio Magagni – rispetto alla quale la cooperazione e la cooperazione di credito assumono oggi una nuova responsabilità: quella di dare il meglio di sé nell’interesse di tutti”.Molte le autorità presenti all’evento, con un taglio del nastro “collettivo” che ha coinvolto anche Prefetto Antonella De Miro, l’Assessore regionale all’Agricoltura, Tiberio Rabboni, il sindaco di Guastalla, Giorgio Benaglia, il vicepresidente della Provincia, Pier Luigi Saccardi, riuniti a Pieve di Guastalla insieme al vicequestore Stavale, al direttore di Iccrea Banca, Enrico Duranti, al comandante Petroni della stazione dei carabinieri di Guastalla, ai sindaci di Boretto e Brescello, Massimo Gazza e Giuseppe Mezzani, al presidente di Assindustria, Stefano Landi, al presidente e al direttore di Banca di Cavola e Sassuolo, Andrea Margini e Guido Tamelli.La sede di Banca Reggiana, destinata ad accogliere 76 persone e la nuova filiale di Pieve di Guastalla, è autonoma da un punto di vista energetico, grazie ad un impianto fotovoltaico da 60 kw entrato in funzione l’8 maggio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet