LANDI RENZO OTTIMA LA TRIMESTRALE


REGGIO EMILIA 13 MAGGIO Il Consiglio di Amministrazione di Landi Renzo SpA, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di StefanoLandi, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011.Nel primo trimestre 2011 i Ricavi Netti del Gruppo sono stati pari a 47,2 milioni di euro (93,9 milioni dieuro al 31 marzo 2010), in calo del 49,8%; il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è stato negativo per 1,1milioni di euro, rispetto ad un dato positivo e pari a 18,4 milioni di euro al 31 marzo 2010; il MargineOperativo Netto è stato negativo per 5,0 milioni di euro, rispetto ad un dato positivo e pari a 15,8 milionidi euro nel primo trimestre 2010.“I risultati del primo trimestre, caratterizzati da un miglior andamento in marzo rispetto ai primi duemesi – dichiara Claudio Carnevale, amministratore delegato Landi Renzo – confermano in molte aree delmondo la leadership del metano, insieme al GPL, come vero carburante alternativo ed ecologico. Indiversi Stati, inoltre, i Governi stanno valutando importanti programmi di metanizzazione chepotrebbero svilupparsi in maniera rilevante nel futuro prossimo.In Italia i veicoli di nuova immatricolazione alimentati con GPL e Metano hanno fatto registrare unapenetrazione del 4,8% nei primi 3 mesi dell’anno: un risultato comunque importante, considerando chel’offerta di modelli Euro5, così alimentati, non è stata immediata, ma progressiva, e senz’altro inferiorerispetto ai primi tre mesi 2010 caratterizzati, tra l’altro, dalla coda degli incentivi al settoreautomobilistico.Stiamo supportando le Case Automobilistiche nell’introduzione dei nuovi modelli Euro5 a Gpl: neiprossimi mesi la possibilità di scelta per il Cliente dovrebbe ampliarsi.Riteniamo inoltre che il canale after-market resti un’importante alternativa da offrire al Cliente stesso,non solo sul mercato italiano, ma anche in quello internazionale: crediamo che questa nostra valutazioneverrà confermata nel corso dell’anno.”Comunicato Stampa13 maggio 2011www.landi.it2Risultati consolidati al 31 marzo 2011I Ricavi Netti del Gruppo sono stati pari a 47,2 milioni di euro (rispetto a 93,9 milioni di euro al 31 marzo2010), in diminuzione del 49,8%.Rispetto al primo trimestre 2010 la ripartizione dei ricavi netti per settore di riferimento èsignificativamente più equilibrata. I ricavi derivanti dalle vendite di sistemi metano (in crescita del 13,1%e pari a 19,7 milioni di euro) hanno raggiunto il 41,7% dei ricavi netti totali, le vendite dei sistemi GPL sisono attestate al 51,8%; il restante 6,5% è relativo alle vendite per antifurti e sound.In termini di distribuzione geografica, il Gruppo Landi ha realizzato all’estero l’83,4% del fatturatoconsolidato (26,2% nell’area europea e 57,2% nell’area extra europea) e in particolare le vendite nettenei mercati extraeuropei sono aumentate del 48,0% (27,0 milioni di euro al 31 marzo 2011). L’ottimorisultato in questi paesi è stato raggiunto grazie alla capacità dell’azienda di cogliere in modo efficacenuove opportunità commerciali e di sfruttare le condizioni favorevoli di mercato. Rispetto al primotrimestre 2010:· Il mercato dell’Asia Sud-Occidentale ha registrato una crescita del 74,3% evidenziando risultati inlinea con gli elevati tassi di crescita del segmento metano;· Nel mercato americano si è registrata una crescita del 45,8% grazie alla ripresa delle vendite, inparticolare sui mercati brasiliano e argentino, nei quali il Gruppo ha mantenuto un forte ecostante presidio;· I mercati del Resto del Mondo hanno registrato un incremento del 13,7% per effetto del buonandamento della domanda di sistemi metano in Thailandia, Cina e India.Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è stato negativo per 1,1 milioni di euro, rispetto ad un dato positivopari a 18,4 milioni di euro nei primi tre mesi del 2010.Il Margine Operativo Netto (EBIT) è stato negativo per 5,0 milioni di euro, rispetto ad un MargineOperativo Netto positivo e pari a 15,8 milioni di euro nello stesso periodo del 2010.Il Risultato prima delle imposte è stato negativo per 6,4 milioni di euro a fronte di un utile prima delleimposte pari a 16,4 milioni di euro nel primo trimestre 2010. Il Risultato Netto del Gruppo ha evidenziatouna perdita di 5,3 milioni di euro, rispetto ad un Utile Netto del Gruppo pari a 11,3 milioni di euro nelprimo trimestre 2010.La posizione finanziaria netta risultava negativa e pari a 78,8 milioni di euro. Al 31 dicembre 2010 laposizione finanziaria netta era negativa per 69,5 milioni di euro, prevalentemente per effettodell’assorbimento di cassa necessario allo svolgimento delle attività operative.Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Paolo Cilloni, dichiara, ai sensidell’art. 154-bis, comma 2 del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, che l’informativa contabile contenuta nelpresente comunicato stampa corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet