legacoop Le cooperative di comunità reggiane al Made Expo di Milano, il Salone dell’architettura, design ed edilizia


reggio emilia 13 ottobre Si è svolto a Milano, nell’ambito di Made Expo (concluso l’8 ottobre), il Salone dell’architettura, design ed edilizia in corso alla nuova Fiera, un importante convegno sul tema “Le cooperative di comunità per la rivitalizzazione economica dei borghi”. L’iniziativa, che si è collocata all’interno di Made Expo nella sezione “Borghi & Centri Storici”, è stata organizzata da Legacoop in collaborazione con Federlegnoarredo, l’associazione delle imprese del settore.Il convegno, aperto dal presidente nazionale di Legacoop Giuliano Poletti e dal presidente di Federlegnoarredo Roberto Snaidero, ha visto una significativa presenza della esperienza delle cooperative di comunità reggiane. L’iniziativa di Milano nasce dalla volontà di un gruppo di lavoro coordinato dal presidente della cooperative reggiana Cormo Demos Salardi, che ha aperto e presieduto i lavori del convegno. Nei mesi scorsi infatti è stato sottoscritto un protocollo di collaborazione tra Legacoop, Federlegnoarredo e l’Associazione dei Borghi autentici per la valorizzazione e la promozione della esperienza delle cooperative di comunità. Una esperienza che ha visto l’Appennino reggiano protagonista, con la nascita negli ultimi anni di cooperative come la Valle dei Cavalieri di Succiso, I Briganti di Cerreto di Cerreto Alpi,, Vivere Sologno e ultimamente Alti Monti a Civago. Tra le relazioni del convegno particolarmente significativa è stato quella di Renato Farina, della cooperativa i Briganti di Cerreto, che ha illustrato le motivazioni che hanno portato alla nascita nell’Appennino reggiano della sua e delle altre cooperative, e i risulti raggiunti.Al convegno erano presenti anche Oreste Torri della Valle dei Cavalieri di Succiso, Sergio Fiorini di Alti Monti di Civago, oltre a Carlo Possa di Legacoop Reggio Emilia. Nei giorni scorsi sul tema delle cooperativa di comunità era stato organizzato un convegno con la presenza di numerose cooperative di varie regioni italiane.Il presidente Poletti, nel suo intervento, ha illustrato il progetto di Legacoop (che ricordiamo è stato “lanciato” lo scorso anno in un convegno a Succiso) nato per valorizzare le risorse dei piccoli centri attraverso la promozion di reti di comunità locali. Legacoop vuole sviluppare, a partire dalle realtà esistenti, una rete di cooperative legate a specifiche comunità e finalizzate prioritariamente alla soddisfazione di bisogni dei cittadini e alla conservazione e valorizzazione delle comunità stesse. Cooperative di utenza, cooperative sociali, cooperative di lavoro, cooperative miste, ma sempre costituite dai cittadini delle comunità di riferimento. Le realtà dell’Appennino reggiano sono già un riferimento a livello nazionale per i risultati raggiunti, pur tra mille difficoltà.Al convegno di Milano sono intervenuti anche il vicepresidente di Legaambiente Andrea Poggio. Il presidente di Borghi Autentici d’Italia, Stefano Lucchini, e Michele Esposto, presidente di Borghi srl. Sono poi state illustrate le interessanti iniziative di Melpignano, della Val Cavallina a Bergamo, di Penne in Abruzzo e del sistema delle cooperative forestali di Legacoop.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet