CNA FITA SULLE LIBERALIZZAZIONI: “I TAXI? SERVIZIO PUBBLICO CHE NON PESA SULLA COLLETTIVITA’”


reggio emilia 12 gennaio CNA FITA Reggio Emilia prende posizione sulle liberalizzazioni, in particolare su ncc e taxi, specificando che “I taxi sono un servizio pubblico a disposizione degli utenti che non costa nulla alla collettività”. “Gli investimenti per offrire un servizio efficiente ai clienti – spiega il responsabile provinciale di CNA FITA Giuliano Medici – sono totalmente a carico dei tassisti, le auto in buono stato e con basse emissioni inquinanti per tutelare l’ambiente, i massimali assicurativi doppi rispetto a quelli dei privati per garantirvi i giusti risarcimenti in caso di problemi, oltreché le costosissime tecnologie e il mantenimento dei dipendenti delle centrali radiotaxi necessari perché gli utenti possano trovare un taxi in qualunque momento sono pagati solo da noi e senza nessun contributo. Se venissimo finanziati per garantire il diritto costituzionale della mobilità delle persone, anche il taxi costerebbe molto meno, probabilmente come un autobus”. CNA FITA elenca tutte le falsità dette e scritte sui taxi:- Ovunque il taxi è liberalizzato: falso perché in tutti i Paesi d’Europa il servizio è regolamentato nel numero delle licenze, nelle tariffe, e con vincoli territoriali ove esercitare. Germania, Francia e Spagna lo sono, eppure si ricercano come esempio realtà che non esistono – Liberalizzando i taxi il servizio costerebbero meno: falso perché laddove sono state tentate esperienze di liberalizzazione le tariffe sono praticamente raddoppiate nel giro di poco tempo – I taxi in Italia sono i più cari d’Europa: falso perché un’indagine indipendente effettuata su 22 grandi città di Paesi europei lo dimostra. Confrontando il costo di una corsa di 7 km, compresi i 5 minuti di attesa e un bagaglio, Bologna è perfettamente in media con le altre città Europee con 13,63 euro rispetto ai 22,24 euro di Rotterdam e Amsterdam dove il servizio è liberalizzato.- Il servizio taxi è di scarsa qualità: falso perché da un recente studio indipendente svolto dagli Automobil Club Europei, il servizio taxi italiano, in alcune realtà, si è addirittura classificato nei primi posti in Europa per qualità, correttezza e trasparenza tariffaria su un totale di 22 città esaminate. – Anche i tassisti devono contribuire ai sacrifici: falso perché i tassisti pagano come tutti gli altri cittadini i rigori della manovra finanziaria di questo governo. La categoria è già tra le più colpite con carburanti a quasi 2 euro al litro, pensioni a quasi 70 anni e aumento dei versamenti contributivi.Quanto costa una corsa in Europa:costo di una corsa di 7 km, compresi 5 minuti di attesa e un bagaglio.Prezzi in Euro. Zurigo 31,35 Servizio regolamentato Ginevra 28,77 Servizio regolamentato Oslo 25,56 Servizio regolamentato Rotterdam 22,24 Servizio liberalizzato Amsterdam 22,24 Servizio liberalizzato Lussemburgo 17,87 Servizio regolamentato Amburgo 17,45 Servizio regolamentato Monaco 17,20 Servizio regolamentato Berlino 16,23 Servizio regolamentato Bruxelles 16,10 Servizio regolamentato Lubjana 15,88 Servizio regolamentato Colonia 15,70 Servizio regolamentato Salisburgo 15,09 Servizio regolamentato Bologna 13,63 Servizio regolamentato Vienna 12,92 Servizio regolamentato Parigi 11,18 Servizio regolamentato Praga 10,93 Servizio regolamentato Barcellona 10,92 Servizio regolamentato Madrid 10,64 Servizio regolamentato Zagabria 8,59 Servizio regolamentato

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet