INNOVARE, LA PAROLA D’ORDINE PER NON MORIRE CNA REGGIO PORTA GLI IMPRENDITORI NEI CENTRI DI RICERCA


REGGIO EMILIA 12 GIUGNO “Noi italiani siamo i primi al mondo per contratti di telefonia mobile mentre siamo gli ultimi per PIL. Così non si ha futuro, è tempo di capire che non c’è un problema della domanda: non ci sono persone che non comprano merci, piuttosto ci sono sempre meno persone che comprano le nostre merci”. Parole chiare e dure quelle del prof. Lucio Poma, docente dell’Economia dell’Innovazione dell’Università di Ferrara, sulla crisi economica, definita strutturale, e sulle misure necessarie per far ripartire le piccole e medie imprese reggiane della manifattura. Il seminario tenuto dal professor Poma rientra nel più vasto ventaglio di iniziative promosso da CNA Reggio Emilia sull’importante tema dell’innovazione ed è propedeutico all’iniziativa denominata “Pullman dell’Innovazione” in programma martedì 12 giugno per l’intera giornata, quando CNA porterà alcune decine di imprese in visita ai centri di ricerca del territorio regionale. Il 12 novembre scorso, nell’ambito del convegno sul futuro dell’area Nord, CNA aveva denunciato la lontananza tra mondo delle piccole imprese e mondo della ricerca e dell’università: per questa ragione, in questi mesi l’Associazione di via Maiella ha pensato a come colmare questo gap, trovando nel professor Poma dell’Università di Ferrara un valido interlocutore che ha sottolineato come oggi ogni prodotto sia il risultato di almeno tre campi del sapere: “per un’azienda spesso l’evoluzione del prodotto viene da un settore diverso da quello della produzione tradizionale”. Un esempio: i tessuti sempre più tecnologici per le attività sportive, settore in grande sviluppo dove il sapere del tessile è divenuto sempre meno importante rispetto a quello delle nanotecnologie e ai materiali di nuova generazione. “La crisi italiana parte nel 2000 con un cambiamento profondo del mercato – ha sottolineato l’esperto – l’Emilia, che è l’area principale della manifattura italiana, è stata colpita al cuore: i cinesi ci hanno portato via tutta la parte a basso valore aggiunto, ma noi abbiamo ancora un vantaggio sui settori ad alto valore aggiunto. Va sfruttato in tempi brevi perché non durerà a lungo, l’Italia fatica a crescere”. Il programma del 12 giugno. La prima occasione per cogliere i suggerimenti del prof. Poma è fissata per martedì 12 giugno con il “Pullman dell’innovazione”. – Il ritrovo è alle 9 nella sede provinciale di CNA in via Maiella: qui il saluto del presidente provinciale di CNA Tristano Mussini precederà l’apertura dei lavori tenuta dal suo direttore generale Fabio Bezzi, seguita dal breve intervento del prof. Lucio Poma. Alle 9.30 prenderà la parola Leda Bologni, responsabile della piattaforma meccanica Aster, su “La piattaforma della meccanica e i finanziamenti (Spinner e Distretti), alle 10 intervento su “Mesap (Meccatronica e Sistemi avanzati di produzione) della Regione Piemonte”. – Dopo la pausa caffè ci si sposterà alla Mectron per la visita guidata con presentazione di un caso di collaborazione Università-aziende al fine di approfondire la conoscenza della piattaforma della meccanica a Reggio Emilia.- Alle 14 partirà il pullman dell’innovazione alla volta del Laboratorio Intermech dell’Università di Modena dove si potranno ascoltare gli interventi del prof. Angelo Andrisano, responsabile scientifico laboratorio Intermach-Mo.ReRete Alta Tecnologia ER, e del dott. Enrico Gualtieri del Laboratorio Intermech-Mo.Re – Rete Alta Tecnologia ER. A seguire, visita guidata al Laboratorio Intermech e al laboratorio Democenter.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet