Sicurezza dei prodotti: i giocattoli. Seminario alla Camera di Commercio di Reggio


REGGIO EMILIA 11 APRLE “La sicurezza dei prodotti: i giocattoli”. Questo il tema del secondo seminario merceologico che la Camera di Commercio di Reggio Emilia organizza per il 14 aprile prossimo, dalle 14.30 alle 18.30 nell’Aula Magna della sede camerale di via Crispi 3.Il seminario è rivolto alle imprese che producono, importano o commercializzano giocattoli, ai consumatori, all’associazionismo provinciale di impresa e dei consumatori, ai professionisti e alle forze dell’ordine.Prosegue così – con un argomento, quello della sicurezza dei giocattoli, di grande impatto emotivo oltre che economico – il ciclo di incontri destinati a sensibilizzare e informare imprese e cittadini sul tema della sicurezza dei prodotti. Durante il seminario si alterneranno al tavolo dei relatori Matteo Ruozzi – Responsabile del Servizio Relazioni Esterne, E-Government e Tutela del Mercato della Camera di Commercio, Nicola Manenti, avvocato del foro di Reggio Emilia e Claudio Roversi, responsabile di area IMQ – Istituto Italiano del Marchio di qualità Milano.Nel corso dei lavori saranno esaminati, oltre al ruolo della Camera di Commercio nelle operazioni legate alla vigilanza del mercato e alla sicurezza dei prodotti, la complessa ed articolata normativa nazionale e comunitaria che disciplina il settore nonché i requisiti di non pericolosità e non tossicità che i giocattoli prodotti e/o commercializzati in Italia devono necessariamente possedere. Sarà presentata inoltre una rassegna dei rischi più comuni alla salute e all’incolumità dei piccoli consumatori. Verranno poi affrontate le nuove disposizioni comunitarie di prossima introduzione: infatti il 20 luglio 2011 è il termine ultimo per l’applicazione negli Stati Membri dell’Unione Europea delle disposizioni della nuova Direttiva Giocattoli, la 2009/48/CE. Il primo step di applicazione riguarda i requisiti meccanico-fisici mentre bisognerà aspettare fino al luglio 2013 per l’obbligo di rispettare i nuovi requisiti chimici. “I prodotti non conformi alla normativa immessi sul mercato possono essere un pericolo per la salute e la sicurezza dei consumatori, ledere gli interessi pubblici e generare distorsioni del mercato – sottolinea il Presidente Bini, ormai da tempo impegnato con forza sul filone della legalità.Esaminando il Rapporto annuale del Rapex – il sistema di allerta rapida per i prodotti destinati al consumo (fatta eccezione per i cibi) che garantisce la sorveglianza e l’informazione in tempo reale all’interno delle dogane appartenenti ai Paesi facenti parte dell’Unione Europea – pubblicato dalla Direzione Generale per Sicurezza dei Consumatori della Commissione Europea – prosegue il Presidente – emergono dati significativi riguardo la pericolosità di alcune merci che circolano in Europa. Risulta piuttosto evidente che, analizzando i dati dei Rapporti Annuali i prodotti che rientrano nella categoria dei giocattoli sono tra i più segnalati. Mediamente i giocattoli rappresentano il 30% dei prodotti pericolosi. I rapporti annuali Rapex evidenziano inoltre che le merci rischiose provengono prevalentemente dal far east (60% in media). La sicurezza e la salute divengono fattori ancora più importanti quando a correre potenziali rischi sono i nostri bambini. Prosegue così con una categoria merceologica così rilevante, il ciclo di seminari formativi / informativi che l’Ente ha iniziato nel gennaio scorso e che ha registrato negli scorsi appuntamenti il tutto esaurito.”La partecipazione al seminario, gratuita per tutti gli incontri del ciclo programmato, è da confermare entro lunedì 11 aprile, tramite il form di prenotazione on line disponibile sul sito www.re.camcom.gov.it, dove è possibile reperire il programma dettagliato del seminario, unitamente ai riferimenti organizzativi e logistici

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet