CNA E’ carioca il nuovo orizzonte delle imprese reggiane


REGGIO EMILIA 11 FEBBRAIOCi saranno anche venti imprese emiliane tra i 350 espositori di AGRISHOW, una delle più importanti manifestazioni del Brasile dedicate al settore delle macchine agricole. L’ evento si svolge a Ribeirao Preto (Stato di San Paolo) dal 2 al 6 maggio 2011 e costituisce un momento fondamentale per le aziende del settore, per confrontarsi con le ultime innovazioni del comparto e con gli operatori provenienti da tutto il mondo.Sarà un’occasione importante per le nostre imprese perché il Brasile è uno dei pochi paesi al mondo in grado di soddisfare la domanda mondiale di alimenti nei prossimi anni, grazie all’elevata porzione di territorio destinata all’agricoltura (circa 388 milioni di ettari).Inoltre, il Governo federale brasiliano, nella prospettiva di incrementare i volumi di produzione dei prodotti agricoli, sta destinando maggiori risorse al settore innalzando i limiti per la concessione di crediti alle aziende propense ad investire in nuove tecnologie. Nello specifico, sono già stati destinati 339 milioni di euro ai programmi d’investimento rivolti ad incrementare la produzione agricola.Tutte queste informazioni sono state oggetto di un affollato seminario che si è tenuto martedì 8 febbraio 2011 nella sede CNA di via Maiella per iniziativa di CNA Servizio Estero che ha presentato il progetto regionale di filiera del settore meccanica agricola, “Valorizzazione internazionale della filiera meccanica agricola in Brasile” che permetterà alle imprese del nostro territorio di esplorare il mercato brasiliano, con la partecipazione della Regione Emilia Romagna, della Camera di Commercio locale ed il supporto di UniCredit Banca.I lavori sono stati presieduti da Pier Luca Langeri, Presidente di CNA Servizio Estero, che a più riprese è anche intervenuto nel dibattito.Dopo il saluto di Tristano Mussini, Presidente provinciale CNA, che non ha mancato di sottolineare l’importanza dell’iniziativa e la necessità di fare squadra per aiutare le imprese a intercettare nuovi mercati, l’intervento di Claudia Bartoli della Camera di Commercio di Reggio Emilia ha messo in evidenza lo sforzo dedicato dall’ente al supporto all’internazionalizzazione ed ha assicurato l’attenzione della Camera di Commercio al progetto specifico.Il supporto della regione Emilia Romagna è stato assicurato da dott. Matteo Setti , che ha illustrato le motivazioni che spingono ad individuare il Brasile come destinatario di questo progetto sperimentale, una realtà che si colloca all’ottavo posto nelle economie mondiali ed addirittura al secondo posto tra quelle emergenti. Non bisogna dimenticare che l’agenda internazionale prevede nel prossimo quinquennio in Brasile l’organizzazione di olimpiadi e campionati mondiali di calcio. “Il Brasile – ha sottolineato Francisco Arvelo, consulente per l’area di CNA Servizio estero – rappresenta un potenziale mercato in continua espansione con tassi di crescita del PIL previsti per il 2011 che sfiorano il 5% e che si prevede continuerà a crescere a tassi elevati almeno per i prossimi dieci anni”.Per affrontare tutto questo le nostre imprese dovranno poter contare su partner affidabili sia in Brasile che qui in Italia e la rete predisposta da CNA Servizio Estero garantisce una assistenza affidabile. L’incontro ha visto anche l’intervento audio del dott. Renzo Regini di UniCredit, che, direttamente da San Paolo del Brasile, ha illustrato in breve le caratteristiche della presenza dell’istituto in loco e le possibilità di supporto per le imprese nel settore finanziario.“Crediamo di aver fornito alle imprese – commenta Pier Luca Langeri, Presidente di CNA Servizio Estero – un quadro esaustivo delle possibilità del progetto e nel contempo la dimostrazione della convergenza di diversi soggetti istituzionali, verso il comune obiettivo di facilitare l’accesso ad un mercato in espansione come quello brasiliano per affermare la qualità indiscussa del prodotto delle piccole e medie imprese italiane e reggiane in particolare. Ora ci attendiamo un riscontro in termini di partecipazione ”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet