RE 10/1072012 CCIAA REGGIO EMILIA : NUOVO PUNTO D’ASCOLTO PER IMPRENDITORI IN DIFFICOLTA’


REGGIO EMILIA 10 OTTOBRE Gli imprenditori reggiani hanno un nuovo punto di riferimento, di ascolto e di consulenza per affrontare quelle situazioni di crisi che si ripercuotono pesantemente sulle loro aziende e, al tempo stesso, generano situazioni di disagio personale, a volte di entità tale da compromettere la ponderazione necessaria all’assunzione delle migliori e più efficaci scelte per il superamento delle difficoltà presenti.La Camera di Commercio, infatti, ha aperto uno specifico sportello di primo ascolto delle imprese in difficoltà, guardando soprattutto – spiega il presidente Enrico Bini – “a quel disorientamento umano, psicologico e poi economico che colpisce molti imprenditori, soprattutto in un tessuto di piccole e medie imprese in cui molte volte vi è una esatta sovrapposizione tra ruolo manageriale e imprenditoriale, così che non vi è più alcuna distinzione tra i destini personali a quelli dell’azienda”.“Non di rado – prosegue Bini – nascono così disagi e sofferenze personali che tolgono lucidità alle analisi delle situazioni contingenti e delle prospettive, tanto che, anche quando vi è una coscienza precisa rispetto agli elementi di crisi, viene a mancare la capacità di elaborare un piano per poterla gestire”.E’ proprio partendo da qui – sottolinea il presidente della Camera di Commercio – che siamo partiti per dar vita ad uno sportello di ascolto che, rapportandosi con l’imprenditore, consenta di seguire la crisi aziendale come evento di rilevanza generale che coinvolge una pluralità di interessi: il lavoro, i fornitori, i clienti, gli istituti di crediti, gli equilibri economici più ampi del territorio”.Il nuovo servizio, attivo nella sede dell’Ifoa, prevede innanzitutto un help desk telefonico (attivo dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30) gestito da personale appositamente formato da psicologi e sociologi: l’imprenditore in difficoltà può acquisire, con questo primo contatto, tutte le informazioni necessarie a seguire un percorso di aiuto che prevede due successive azioni.La prima riguarda l’analisi della situazione personale dell’imprenditore e della sua intrapresa nell’ambito di incontri individuali condotti da un professionista dell’area counselling, realizzando così un ascolto profondo di disagi e percezioni personali rispetto alla situazione di crisi.A questo intervento sia affianca poi un desk tecnico (a sportello e su appuntamento, previa prenotazione) che approfondisce lo stato di gravità della crisi aziendale e la consapevolezza dell’imprenditore rispetto ai dati di fatto e alle iniziative da intraprendere.L’help desk telefonico al quale gli imprenditori si possono rivolgere corrisponde al numero: 0522 – 329142.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet