Risanamento d’impresa con profili comparativi internazionali al centro del Convegno dei Commercialisti – 7° edizione Il 14 ottobre all’Auditorium Centro Malaguzzi


reggio emilia 10 ottobre Il Cedif (Centro studi di diritto fallimentare di Modena) con il patrocinio del Consigli nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec), dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Reggio Emilia, dell’Ordine degli avvocati di Reggio Emilia e dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, organizza il convegno “Piani, Accordi e concordati per soluzioni negoziali delle crisi d’impresa”. L’appuntamento, in programma venerdì 14 ottobre dalle 9 alle 18.30 all’auditorium del Centro Malaguzzi di Reggio Emilia (via Bligny n° 1), ribadisce la sensibilità e l’impegno della categoria nella ricerca giuridica ed applicativa di strumenti attuali ed efficaci nell’area del risanamento dell’impresa in crisi.«Come abbiamo ribadito più volte – precisano Pietro Cantarelli, residente dell’Odcec di Reggio Emilia – e Bruno Bartoli, presidente della commissione di studio Crisi e risanamento d’impresa dell’ODCEC – il ruolo del professionista per un’impresa in crisi è importantissimo, per questo è indispensabile una preparazione sempre più specialistica. A maggior ragione in un momento in cui sono sempre più complessi sia il quadro normativo di riferimento che gli strumenti giuridici a disposizione delle aziende. L’incontro che promuoviamo vuole rappresentare un importante momento di confronto fra esperti, ma anche un dialogo aperto fra imprenditori e istituzioni».Il coordinamento scientifico è affidato a Sido Bonfatti, presidente del Centro Studi di Diritto Fallimentare di Modena e docente all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, mentre relatori del convegno sono importanti figure del mondo professionale, accademico e giudiziario.Il ruolo dei “professionisti d’impresa” nell’attuale difficile congiuntura economica è particolarmente responsabilizzato e la formazione tecnica, con la necessaria esperienza operativa individuale maturata, ne determinano un valore centrale nell’intera gestione del risanamento come evidenzierà l’intervento di Giulia Pusterla, membro del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, con delega all’area della crisi e risanamento d’impresa.Particolare attenzione sarà dedicata alle ultime normative applicabili nei più recenti istituti giuridici finalizzati alla ristrutturazione, anche con riferimento ai delicati e complessi meccanismi che regolano il sostegno finanziario per le imprese che affrontano una fase di turnaround oltre alle prospettive di riforma in termini di insolvenza civile, a profili comparativi concorsuali internazionali ed ai profili di responsabilità penale.L’applicazione di tali percorsi presuppone una sofisticata preparazione tecnica che consenta, ai soggetti interni ed esterni a vario titolo coinvolti nel risanamento d’impresa, di gestire tattica e strategia della ristrutturazione attraverso l’elaborazione di piani accordi e concordati come illustrerà in una panoramica d’insieme il Vincenzo Calandra Bonaura dell’Università di Bologna – agli incentivi alle procedure di composizione negoziale della crisi come esporrà Sido Bonfatti – alla redazione dei piani di ristrutturazione su cui relazionerà Luca Mandrioli presidente della commissione crisi e risanamento d’impresa del CNDCEC oltre al punto di vista degli istituti di credito presentato da Laura Zaccaria dell’ABI Associazione Bancaria Italiana.Interverranno sul tema dell’insolvenza civile con profili comparatistica di diritto internazionale Sido Bonfatti, Giulia Pusterla, Isabelle Didier (Insolvency practitioner in Paris) e David Rubin (Insolvency practitioner in London).I lavori proseguiranno nel pomeriggio sul tema dell’esecuzione del Concordato preventivo illustrato da Domenico Pasquariello Giudice delegato alla sezione fallimentare del Tribunale di Modena – e del Trust applicato nelle procedure negoziali presentato dal Maurizio Atzori Giudice delegato alla sezione fallimentare del Tribunale di Bologna.Il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia, Romano Corsi, coordinerà i lavori sul profilo delle responsabilità penali con l’intervento del Presidente del Tribunale di Reggio Emilia Francesco Maria Caruso, del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia Giorgio Grandinetti e di Umberto Ambrosoli, avvocato presso il Foro di Milano.Sponsor dell’iniziativa Ipsoa Gruppo Walters Kluwer, Banco San Geminiano e San Prospero, Ipsoa Scuola di Formazione, Fast Finance, Unifin srl e Confartigianato Imprese Reggio Emilia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet