re 1 /8/2011 FIERE DI REGGIO EMILIA- I PRIMI 100 GIORNI DEL NUOVO DIR GEN


REGGIO EMILIA 1 AGOSTO Quando si è insediato, lo scorso maggio, aveva detto di volersi guardare intorno prima di parlare. Ora, passati i primi cento giorni da direttore delle Fiere di Reggio Emilia, Dario Deveronico ha un quadro molto chiaro della situazione.“La fusione tra Siper e Sofiser sancirà un passaggio importante per il quartiere fieristico reggiano – spiega Deveronico – perché consentirà una razionalizzazione della struttura, dei costi ed una maggiore capacità di intervento. Se i soci decideranno di investire nelle Fiere di Reggio, sono convinto che ci siano le condizioni per lavorare bene, per mettere a frutto il lavoro fatto sino ad ora e per mettere in cantiere altre iniziative che permetteranno alle Fiere di Reggio di ritagliarsi un ruolo interessante nel panorama fieristico e di continuare a dare un indotto importante alla città. Anzi, magari mettendo in sinergia certi nodi fondamentali della vita economica, amministrativa e culturale, si riusciranno addirittura ad aumentare le ricadute positive per la città degli eventi organizzati e ospitati al quartiere reggiano”.Tra questi, il più atteso dopo la pausa estiva, è sicuramente Casa & Tavola, manifestazione sulla quale si sta lavorando con intensità: “Questa del 2011 sarà un’edizione che porterà grandi novità – conferma Deveronico – lasciando ovviamente inalterati quegli aspetti che sono stati per oltre vent’anni alla base della ricetta vincente della manifestazione. Quest’anno abbiamo voluto coinvolgere maggiormente le eccellenze del territorio, come Reggio Children, ad esempio, che realizzerà interessanti atelier dei sapori, e arricchire il calendario degli eventi: oltre al salotto enoletterario musicale di 9eventi, che ha debuttato lo scorso anno portando in fiera scrittori e musicisti di fama nazionale, ci saranno altre novità. Ad esempio gli spettacoli di show cooking: in una cucina perfettamente attrezzata ogni sera alcuni chef stellati si esibiranno nella realizzazione diretta sul posto di monoporzioni di prodotti tipici del nostro territorio. I visitatori potranno gustare lo spettacolo del cucinare prima e del sapore poi di questi finger food derivanti dai prodotti della nostra terra. Senza dimenticare Spazio Tempo, l’area espositiva innovativa che già da due anni offre un modo diverso di vivere l’esperienza fieristica, con ambienti e setting che sono delle vere e proprie opere d’arte. Oppure l’attrezzatissima Playroom che testimonia la volontà delle Fiere di Reggio di aprirsi ai visitatori più giovani, e più in generale una innovazione che, a partire dal layout, renderà questa edizione di Casa & Tavola particolarmente elegante”.Naturalmente una fiera come Casa & Tavola punta anche molto sulla sua tradizione e su quella dei prodotti tipici enogastronomici del nostro territorio: “Certo – conferma Deveronico – non possiamo stravolgere la manifestazione, anzi, manterremo sicuramente il suo tradizionale ‘calore’ e i consueti appuntamenti di degustazioni gratuite, che saranno anzi aumentate, e il grande spazio per i prodotti tipici da tutte le regioni d’Italia”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet