Ravenna, cresce il trafficodel porto


RAVENNA, 5 MAR. 2012 – Aumenta del 6,5% rispetto al 2010 il traffico portuale ravennate, ma con il trend è andato via via in calando nel corso del 2011. E’ quanto emerso dall’analisi dei dati diffusi dall’Autorità portuale di Ravenna in merito al traffico merci dello scorso anno. Nel primo trimestre del 2011 la differenza rispetto allo stesso periodo di dodici mesi prima è stata del 16%, poi ridotta al 13,7% a giugno, al 9,7% a settembre fino appunto al dato finale del 6,5%. Nel dettaglio, Ravenna ha raggiunto quota 23,3 milioni di tonnellate di movimentazione totale, 1,4 milioni in più rispetto al 2010. In calo le rinfuse liquide (-2,5%) che hanno subito soprattutto la forte flessione del greggio (-37%), mentre le rinfuse solide sono aumentate del 2,4%. A trainare la crescita sono stati i cereali (1,2 milioni di tonnellate, più 31,4%) e le derrate alimentari (2,4 milioni di tonnellate, più 14,4%). La merceologia principale di Ravenna resta comunque quella edile: minerali grezzi, cementi e calci sono arrivati a quota 4,5 milioni di tonnellate, ma hanno subito una flessione del 3,7% rispetto al 2010 dovuta probabilmente alla crisi di mercato. Capitolo container: il movimento è cresciuto del 17,3%. Nei contenitori sono state movimentate 215.336 tonnellate. In questo contesto va però considerato che l’incremento più rilevante (51,7%) è arrivato dal movimento dei container vuoti. Più contenuto l’aumento di quelli carichi: 9,9%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet