Ravenna: congelare le tariffe dei servizi pubblici


in collaborazione con Teleromagna6 APR. 2009 – Congelare le tariffe dei servizi pubblici. E’ quanto chiede a tutti i sindaci del territorio la Confcommercio di Ravenna in vista della riunione di Ato, fissata per mercoledì dove si decideranno, appunto, le nuove tariffe per il 2009. "Com’è noto, sostiene Confcommercio, nel periodo 2008-2012 le tariffe idriche dovrebbero aumentare di ben oltre il 20%, completamente ingiustificato rispetto al tasso di inflazione e decisamente inopportuno a causa della difficile congiuntura economica: il ritiro di questa proposta, invece, dimostrerebbe, da parte dei Sindaci, una sensibilità e attenzione per i problemi delle imprese, purtroppo atteggiamento che non sempre ha caratterizzato gli amministratori negli ultimi anni, ‘congelando’ tutte le tariffe per acqua, depurazione e rifiuti, evitando quindi un ulteriore appesantimento nei bilanci delle imprese e delle famiglie. Da un lato si chiede alle imprese di contenere i prezzi (e nonostante le difficoltà il trend attuale è in costante contenimento), dall’altro i Comuni, però, non fanno nulla per il contenimento delle tariffe".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet