Ratificato accordo tra Exhibition Group e Arezzo Fiere


Ratificato l’accordo, annunciato lo scorso gennaio, tra Italian Exhibition Group – società nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza – e Arezzo Fiere e Congressi per la creazione di una organizzazione unica per le manifestazioni del settore orafo-gioielliero. E’ quanto si legge in una nota secondo cui, a suggellare l’intesa, sono stati Lorenzo Cagnoni, presidente e amministratore delegato di IEG, e Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi. Grazie all’accordo Italian Exhibition Group, viene spiegato, “oltre ad organizzare le tre edizioni di ‘Vicenzaoro’, gli eventi di gennaio e settembre a Vicenza e l’appuntamento di novembre a Dubai, gestirà anche la segreteria organizzativa di ‘Oroarezzo’ e ‘Gold Italy’ già dalle prossime edizioni di maggio e ottobre 2017 ad Arezzo”. L’operazione, viene sottolineato nella nota, ha come obiettivo la definizione di un unico soggetto interlocutore per le istituzioni, le associazioni, le aziende e gli operatori e consentirà di sviluppare in modo più efficace una strategia di promozione e comunicazione a livello nazionale e internazionale di tutto il distretto orafo italiano, concentrando e utilizzando al meglio le risorse e gli investimenti. Nel 2017 Italian Exhibition Group ha così in portafoglio la gestione e organizzazione di cinque manifestazioni del comparto: Vicenzaoro January (già svoltasi a gennaio), Oroarezzo (6-9 maggio), Vicenzaoro September (23-27 settembre), Gold Italy (21-23 ottobre) e Vicenzaoro Dubai (15-18 novembre). A queste manifestazioni si aggiunge la partecipazione del brand Vicenzaoro ai più importanti appuntamenti internazionali del settore orafo-gioielliero: l’Hong Kong International Jewellery Show, l’India International Jewellery Show di Mumbai e il JCK di Las Vegas, dove IEG gestisce da 11 anni il padiglione ufficiale italiano. Nel complesso, conclude la nota, le cinque manifestazioni ospiteranno circa 5.000 espositori, provenienti da tutti i distretti orafi italiani e da oltre 30 Paesi, e più di 80.000 visitatori professionali, il 50% dei quali provenienti da 130 Paesi.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet