Ragazzi, segnatevelo: bere fa male


Su tutta la rete di vendita della cooperativa a Reggio Emilia e provincia assieme ai libri di testo ordinati sarà dato in omaggio un segnalibro molto particolare. Il segnalibro oltre alla funzione che gli è propria ha anche una funzione informativa: denuncia l’abuso di alcol quale fattore pericoloso per tutti, in particolare per giovani, e lo fa in un modo scherzoso e diretto poiché è stato ideato sia nella grafica che nello slogan dai ragazzi dell’istituto professionale “L. Galvani” di Reggio Emilia. Anche uno strumento di utilizzo quotidiano, perciò, con cui i ragazzi studiano e leggono, può diventare un modo per diffondere una riflessione sull’utilizzo smodato di tutte quelle sostanze che possono costituire una minaccia per la salute dei giovani. La distribuzione del segnalibro rientra nel progetto“No alcol on the road”, così come già vi rientrava la fornitura delle materie prime per la preparazione di cocktail analcolici distribuiti nelle principali discoteche della provincia reggiana lo scorso inverno.L’iniziativa di educazione e prevenzione contro l’abuso di alcol ha preso il via grazie alla sensibilità e all’intraprendenza della Polizia Stradale di Reggio Emilia e si è sviluppata grazie al patrocinio del Comune, Provincia e dalla Fondazione Manodori, fino al coinvolgimento degli Istituti Superiori della città. I ragazzi di Reggio Emilia e provincia hanno svolto attività dirette a conoscere gli effetti nocivi di alcol e droghe, hanno realizzato in prima persona attività di prevenzione in base alle specifiche competenze delle scuole coinvolte, sono stati stimolati nella riflessione proprio nei luoghi e nei locali da loro maggiormente frequentati (bar, discoteche, birrerie).Dare l’adesione all’iniziativa è stato molto facile per Coop Consumatori Nordest poiché già da gennaio 2009 aveva scelto di non vendere nei propri punti di vendita alcolici ai minori di anni 18, anche al di là delle disposizioni di legge vigenti. La decisione presa va oltre la rinuncia alla vendita, che è comunque un dato di fatto e testimonia un impegno importante in linea con la nostra politica valoriale che ha il preciso obiettivo di informare e sensibilizzare i giovani e gli adulti al problema dell’alcol.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet