Rabboni: “Inaccettabili i tagli all’agricoltura”


 BOLOGNA, 11 MAR. 2009 – "Un taglio del tutto inaccettabile. Per questo mi sono immediatamente attivato affinché la questione fosse posta all’ordine del giorno della riunione di domani della commissione ‘politiche agricole’ della Conferenza dei Presidenti delle Regioni". E’ quanto dichiara l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni a proposto della riduzione del Fondo di solidarietà nazionale per i danni causati dalle avversità atmosferiche, realizzata dal Governo: da 48,151 milioni di euro a 16,362 milioni di euro. Quasi il 70% in meno. Ciò significa per l’Emilia-Romagna il passaggio da 8,625 a 2,912 milioni di euro che dovrebbero servire a coprire il fabbisogno segnalato da oltre 1.600 aziende delle province di Ferrara, Modena e Rimini danneggiate dall’eccezionale siccità del periodo 1 ottobre 2006-14 settembre 2007. In una lettera inviata agli Assessori all’agricoltura delle tre Province e al presidente della Comunità Montana Valle del Marecchia, Rabboni spiega che il taglio è tanto più grave in quanto la somma iniziale, frutto di un’intesa della Conferenza Stato-Regioni, era già stata ripartita tra le Regioni e da queste iscritta a bilancio. "Il taglio – spiega inoltre Rabboni – avviene su una somma già di per sé del tutto insufficiente, destinata a coprire meno del 5% delle necessità segnalate dalle Regioni. Con l’effetto di vanificare del tutto l’efficacia stessa del provvedimento".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet