CONAD CRESCE ANCORA IN ROMAGNA


RAVENNA 9 MAGGIO – Venerdì 11 maggio cambiano insegna i supermercati Billa di Ravenna e Sant’Agata sul Santerno. Sono due giovani soci Conad, i fratelli ravennati under 35 Sandro e Filippo Taroni, a raccogliere l’eredità che fu della storica marca Standa, rilevata nel 2001 e quindi tramutata di recente in Billa dalla multinazionale austriaca Rewe.Il taglio del nastro del Conad Ravenna Centro di via Cesarea (angolo via Serra) avverrà alle 9 del mattino, alla presenza del Sindaco Fabrizio Matteucci e del vice presidente della Provincia Gianni Bessi. Alle 11,30 la cerimonia si sposterà al Conad Sant’Agata, in via San Vitale 3, dove interverrà il Sindaco della cittadina Luigi Antonio Amadei. A fare gli onori di casa saranno, in entrambe le occasioni, gli Amministratori Delegati di CIA-Conad, Vladimiro Cecchini e Luca Panzavolta.Il cambio di insegna ha garantito l’occupazione di tutti e 40 i dipendenti dei due negozi, con l’impegno di incrementare ulteriormente la forza lavoro se le prospettive di crescita saranno rispettate. Il supermercato di Ravenna ha una superficie di 1.400 metri quadri e mette a disposizione dei clienti una cinquantina di posti auto gratuiti. Svolge orario continuato dalle 8 del mattino alle 21 tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 13 la domenica. Di poco più piccolo il negozio di Sant’Agata, che si pone come obiettivo quello di diventare un punto di attrazione per tutti i paesi limitrofi. Gli orari di apertura vanno dalle 8 alle 20 durante la settimana, dalle 8,30 alle 12,30 la domenica. Entrambi sono dotati di pescheria.I due negozi tornano a battere bandiera tricolore grazie all’accordo che su scala nazionale ha comportato il passaggio di 43 negozi alla catena della margherita, salita in questo modo al 10,6% della quota di mercato italiana. Cinque i punti vendita Billa acquistati da CIA-Conad nell’area Romagna-Marche, con un investimento complessivo di circa 6 milioni di euro (18 incluso l’acquisto degli immobili). Rimini, Ancona e Pesaro le altre città interessate dal cambio di brand.Salgono così a 50 i negozi in provincia di Ravenna associati a CIA-Conad, la cooperativa di dettaglianti del sistema nazionale Conad che lavora in Romagna, Friuli, Veneto e Marche. Otto i punti vendità nel capoluogo.«A caratterizzare l’offerta, come sempre, saranno la cortesia del servizio, la qualità e l’assortimento dei prodotti freschi e dei prodotti a marchio Conad, tra i più apprezzati dai consumatori», spiegano gli Amministratori delegati di CIA-Conad, Vladimiro Cecchini e Luca Panzavolta. «Siamo orgogliosi di avere potenziato la nostra offerta a Ravenna acquisendo una rete di supermercati che oltre a rappresentare un pezzo importante di storia del commercio italiano ha grandi potenzialità di sviluppo».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet