CMC RAVENNA – APPROVATO IL BILANCIO 2011


RAVENNA 6 GIUGNO Nel 2011, ha riferito il Presidente Massimo Matteucci nella sua relazione, il fatturato consolidato del gruppo CMC è stato di 900 milioni di euro: circa il 12% in più rispetto al 2010. Pari a € 815 milioni i ricavi realizzati nel core business delle costruzioni (+61,5 milioni sul 2010); di questi, 427,3 milioni (il 52,4%) sono stati realizzati all’estero: Africa Australe, Cina e Sud Est Asiatico, Algeria, Stati Uniti. Est Europa (Bulgaria).Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato di € 97 milioni (+20 milioni sul 2010); pari a € 13 milioni il risultato netto di esercizio (+0,4 milioni sul 2010). In Italia e all’estero, il gruppo CMC ha complessivamente occupato 7.161 lavoratori di cui 510 compongono l’organico fisso e 392 sono soci cooperatori.L’Amministratore Delegato, Dario Foschini, ha ricordato che il budget 2012 della Cooperativa indica ricavi per 950 milioni di euro, dunque, in ulteriore crescita. Un programma sostenuto dall’avvio in corso d’anno di diverse nuove commesse, in Italia e all’estero, fra le quali i lavori per la costruzione di due lotti della Metropolitana di Singapore per complessivi 250 milioni di euro. Peraltro, rientra nei programmi di CMC il rafforzamento della presenza nell’area e, dopo quello di Bangkok, è stato di recente aperto un ufficio a Mumbai, in India.Nel suo intervento, a conclusione dell’assemblea, Giuliano Poletti, Presidente di Legacoop Nazionale, ha espresso soddisfazione per il buon andamento del bilancio Cmc pur nel contesto di sostanziale blocco del mercato delle opere pubbliche. Legacoop, con tutto il Movimento Cooperativo e le Organizzazioni imprenditoriali, sta chiedendo al Governo un intervento molto deciso in ambito edile ed infrastrutturale. Si è inoltre avviato un confronto con ABI sui temi del credito, che è e resta uno dei problemi principali per rimettere in moto il sistema economico italiano.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet