UNIONCAMERE E/R A MILANO MARITTIMA LA MAXI CONVENTION STRATEGICA


MILANO MARITTIMA 6 OTTOBRE Si conclude oggi a Milano Marittima la Convention 2011 dei Presidenti e Segretari Generali delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna: un confronto con le istituzioni su come costruire una governance territoriale di area vasta e sulle economie di scala attraverso la gestione associata di competenze e servizi. Partecipa il presidente di Unioncamere italiana, Ferruccio Dardanello.Gestire con crescente efficienza ed efficacia le risorse pubbliche, perseguendo economie di scala e maggiore specializzazione attraverso la gestione associata di competenze e servizi e il potenziamento della collaborazione con gli altri enti pubblici, per garantire interventi integrati più idonei ad elevare il livello di competitività delle imprese.E’ questa la sfida raccolta dal sistema camerale e posta al centro della Convention dei Presidenti e dei Segretari Generali delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna, in programma mercoledì 5 e giovedì 6 ottobre a Milano Marittima (Hotel Aurelia). Nelle due giornate di lavoro coordinate da Carlo Alberto Roncarati, presidente dell’ Unioncamere Emilia-Romagna, che ha organizzato l’evento con la collaborazione della Camera di commercio di Ravenna, si metteranno a fuoco le strategie per una governance territoriale di area vasta e per lo sviluppo della gestione associata delle competenze, in un confronto aperto alle istituzioni. Nella tavola rotonda di apertura verranno subito approfondite le prospettive di una nuova governance territoriale in Emilia-Romagna da costruire “dal basso” prefigurando una riorganizzazione degli enti intermedi a livello territoriale, senza aspettare passivamente che proceda, con tempi tutti da decifrare, il disegno di riforma costituzionale presentato dal Governo e finalizzato alla soppressione delle Province.Nel prosieguo del programma dei lavori si parlerà di legalità e trasparenza nell’economia, di promozione delle reti di impresa, di programmi integrati di internazionalizzazione, per far fronte ai problemi operativi derivanti dalla soppressione dell’ICE. Una sessione dei lavori sarà riservata ai protocolli di collaborazione sottoscritti dagli enti camerali dell’Emilia-Romagna per utilizzare le aziende speciali come punti di specializzazione di tutta rete regionale, a supporto dei programmi integrati di intervento.“In questa fase economica così difficile – sottolinea il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Carlo Alberto Roncarati – le Camere di commercio sono impegnate a cogliere la sfida che passa dalla ricerca di economie di scala attraverso la gestione associata di competenze e servizi, all’impostazione di programmi integrati di intervento. Sono sicuro che dall’ incontro di Milano Marittima uscirà rafforzata la spinta ad attivare strumenti intercamerali condivisi, a potenziare gli interventi congiunti con gli altri enti pubblici finalizzati ad elevare la competitività e il livello di internazionalizzazione delle imprese dell’Emilia-Romagna. E’ un’opportunità e un dovere per tutti gli enti pubblici, realizzare programmi integrati adottando logiche di intervento di area vasta, per contribuire ad avviare una nuova fase di sviluppo in ambito regionale”.In queste direzioni sono indirizzate le linee triennali di Unioncamere Emilia-Romagna che saranno illustrate dal presidente Roncarati. Sono molto attesi i contributi del presidente e del segretario generale di Unioncamere Italiana, Ferruccio Dardanello e Claudio Gagliardi che presenteranno le strategie nazionali del sistema camerale sui programmi integrati per l’internazionalizzazione e sulla gestione associata delle competenze.I lavori saranno aperti, mercoledì 5, dal presidente della Camera di commercio di Ravenna, Gianfranco Bessi e dal presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Carlo Alberto Roncarati; e giovedì 6 da Paola Morigi, segretario generale dell’ente camerale ravennate. La presentazione dei progetti di gestione associata delle competenze camerali in pista di lancio in ambito regionale sarà affidata a Ugo Girardi, segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet