GRUPPO ITWAY: RICAVI STABILI A 46,6 MILIONI DI EURO IN MIGLIORAMENTO I MARGINI REDDITUALI


RAVENNA 30 AGOSTO – Il Consiglio di Amministrazione di Itway SpA – società quotata al segmento Star di Borsa Italiana (IT0003057624) a capo del Gruppo leader nella progettazione, produzione e distribuzione di soluzioni di e-business, presieduto da G. Andrea Farina, ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2012 (1° Semestre dell’esercizio sociale che va dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2012).Al 30 giugno 2012 il Gruppo Itway registra:• Ricavi Consolidati pari a 46,6 milioni di Euro, sostanzialmente stabili rispetto ai 47 milioni di Euro registrati nello stesso periodo dell’esercizio precedente; • Margine Operativo Lordo (EBITDA) pari a 455 mila Euro, in netto miglioramento rispetto ai 65 mila Euro registrati nell’analogo periodo 2011; • Margine Operativo (EBIT) pari a 137 mila Euro, in forte crescita rispetto al valore negativo di 463 mila Euro del periodo corrispondente dell’esercizio precedente;• Risultato Ante Imposte pari ad un valore negativo di 638 mila Euro, in netto miglioramento rispetto al risultato negativo per 1.050 mila Euro del periodo corrispondente dell’esercizio precedente;• Risultato Netto negativo per 863 mila Euro, ma in deciso miglioramento (+19,4%) rispetto al risultato negativo di 1.070 mila Euro registrato nello stesso periodo dell’esercizio precedente.Nel semestre in esame il mercato ICT dei Paesi sud europei ha subito un ulteriore rallentamento. Questo ha comportato un generale calo della domanda IT nei vari Paesi dove il Gruppo opera, fino a raggiungere in Paesi come Spagna e Italia contrazioni importanti dei rispettivi mercati, stimati rispettivamente del -3,5% e del -4,1% (fonte: IDC dicembre 2011, Sirmi febbraio 2012). Le tensioni sull’Euro e sui debiti sovrani si sono “naturalmente” trasferite sui mercati finanziari con contrazioni del credito concesso a imprese e famiglie. Il Gruppo Itway non ha subito conseguenze dirette da questa situazione, se non per il sensibile incremento dei tassi di interesse.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet