Abi: Patuelli, pronti a iniziative sostegno crescita


RAVENNA 22 FEBBRAIO “Sul fronte domestico, l’azione di Abi sara’ condotta nella consapevolezza del ruolo cardine che le imprese bancarie svolgono per l’intero sistema economico e, a livello macro, si concentrera’ su iniziative finalizzate a sostenere il potenziale di crescita della nostra economia, la produttivita’ del sistema Paese, il recupero del Pil, la tutela del risparmio e la stabilita’ finanziaria delle famiglie”.E’ quanto si legge nelle linee guida del programma del presidente dell’Abi, Antonio Patuelli. “In questo contesto – si legge ancora nel programma – determinante risulta essere il ribilanciamento della pressione fiscale e il miglioramento della dotazione infrastrutturale (materiale e immateriale) del Paese al fine di ridurre il differenziale negativo rispetto al resto d’Europa”.”L’azione dell’Abi – si legge ancora – dovra’, quindi, spingere affinche’ il ribilanciamento della pressione fiscale sia ottenuto attraverso una riduzione “mirata” della spesa pubblica evidenziando come occorra passare da una politica di tagli ad una politica tesa a incidere sulle cosiddette inefficienze e sugli sprechi. Allo stesso modo Abi fornira’ massimo supporto e collaborazione ai progetti di investimento in infrastrutture che il Governo mettera’ in atto soprattutto attraverso la partecipazione alle iniziative di partenariato pubblicoprivato. A cio’ si somma il costante impegno per la lotta alla “cattiva” burocrazia, alla corruzione, all’illegalita’”.”Dove necessario – si precisa nel programma – si valuteranno le ulteriori iniziative a sostegno del Paese nelle situazioni di emergenza, come fatto nel biennio appena trascorso con la sospensione delle rate dei mutui alle famiglie in difficolta’, la sospensione delle rate dei finanziamenti alle imprese, l’eliminazione delle commissioni sui bonifici per gli aiuti e per la ricostruzione post terremoto, la sospensione delle rate dei mutui per gli eventi sismici”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet