Quattro porti uniti per l’Alto Adriatico


in collaborazione con Teleromagna7 FEB. 2009 – I presidenti delle Autorità portuali di Venezia, Capodistria, Trieste e Ravenna, riuniti a Capodistria, in Slovenia, hanno firmato una dichiarazione di intenti che porterà a un accordo di cooperazione tra le quattro realtà. L’obiettivo è quello di migliorare il potenziale commerciale, la qualità e l’efficienza del sistema portuale dell’Alto Adriatico e le infrastrutture collegate. Con la firma di questa dichiarazione di intenti le parti si impegnano a collaborare per trovare una linea operativa comune nel rispetto delle specificità di ciascun porto e, al contempo, valorizzandone le eccellenze.Grazie all’armonizzazione di politiche e attività comuni, i quattro scali portuali potranno presentarsi insieme al mercato internazionale come un unico grande hub di riferimento per la movimentazione delle merci e dei passeggeri, con l’obiettivo dichiarato di attrarre traffici marittimi verso l’Alto Adriatico. I presidenti si sono impegnati alla stesura di un documento fondato su tre punti chiave per lo sviluppo dei traffici, ma che comprende anche articoli sulla tutela dell’ambiente, il potenziamento del turismo e dei sistemi di sicurezza. In particolare le Autorità Portuali puntano al potenziamento delle connessioni dei principali assi ferroviari e porti; alla creazione di una "Single Window", ovvero di un unico sistema informatico comune e, infine, allo sviluppo del corridoio Adriatico-Baltico nei progetti prioritari delle Reti Transeuropee di trasporto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet