Protocollo per gli hub regionali


E’ stato firmato questa mattina l’accordo per la crescita del sistema intermodale regionale: un protocollo di intesa per lo sviluppo della cooperazione degli hub regionali che si occupano di merci, così da renderli sempre più competitivi sul mercato nazionale ed internazionale.
La logistica emiliano romagnola cambia campionato: dalla B alla massima serie, grazie ad un accordo tra i principali hub pubblici e privati della regione, da Piacenza a Rimini. Un patto che permetterà alle merci di viaggiare più velocemente, in sicurezza e a minor costo, e che favorirà occupazione, minor impatto ambientale – grazie a un progressivo spostamento del trasporto dalla gomma al ferro.
Le merci saranno dunque trattate sempre meglio, con un maggior equilibrio tra i costi e i tempi, grazie ad un’offerta intermodale competitiva con i grandi sistemi logistici del nord Europa. Il cluster logistico conta 10.131 imprese, 541 di queste sono coinvolte nell’accordo, per un totale di 13.105 addetti copinvolti. Tra queste vi sono il Porto di Ravenna, l’Interoporto di Bologna e il Gruppo Fs. I firmatari si impegnano insomma a cooperare tra loro per sviluppare il settore regionale.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet