Prosciutto di Parma,il salume più esportato


PARMA, 16 MAG. 2013 – L’aumento del 10% registrato nel 2012 sui mercati internazionali ha garantito al Prosciutto di Parma il primato come prodotto della salumeria italiana più venduto all’estero. L’export della Dop di Parma vale infatti 232 milioni di euro, "più di quanto realizzato da Prosciutto Cotto, Mortadella e Wurstel messi insieme". Le esportazioni incidono per il 28% sul fatturato complessivo del Prosciutto di Parma, quota destinata a salire e comunque decisamente superiore alla media del comparto agroalimentare italiano, che nel 2012 si è attestata al 19%. Risultati ancor più significativi se si considera che il Prosciutto di Parma rappresenta al 100% il Made in Italy, poiché vanta una filiera interamente italiana. I protagonisti di questo risultato sono stati soprattutto i Paesi extracomunitari, guidati dalle ottime performance degli Usa, che con 520mila prosciutti si confermano il primo mercato export del Prosciutto di Parma, Giappone e Australia. Faticano invece i mercati europei a eccezione della Germania, che registra un aumento del 14% scalzando la Francia dal secondo posto, e Olanda grazie all’exploit del prodotto in vaschetta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet