Prorogata la cigs in derogaalle ex Reggiane-Fantuzzi


REGGIO EMILIA, 31 GEN. 2013 – Dopo l’accordo siglato nei giorni scorsi in Regione, respirano i 35 lavoratori della Terex Operation Italy srl (ex Reggiane-Fantuzzi), a cui è stata prorogata la cassa integrazione in deroga. L’intesa, siglata da funzionari di Regione Emilia-Romagna e Provincia di Reggio Emilia, rappresentanti dell’azienda, di Fiom-Cgil e Associazione industrialiUn plauso arriva dal vice presidente della Provincia di Reggio Pierluigi Saccardi. L’accordo – fa sapere in una nota – permetterà di sostenere fino al 10 maggio i dipendenti in uscita dall’azienda, utilizzando anche la mobilità volontaria per ‘agganciare’ i requisiti pensionistici. "Questo ulteriore accordo – spiega Saccardi – si è reso necessario per evitare che, a seguito del piano di riorganizzazione aziendale, l’esubero di lavoratori ultracinquantenni, in conseguenza della recente riforma pensionistica, determini un contingente di cosiddetti esodati. L’uso di ammortizzatori sociali regionali, in deroga come in questo caso, permette dunque, ancora una volta, di attenuare l’impatto sociale che sarebbe determinato dallo scadere degli ammortizzatori sociali ordinari".L’auspicio di Saccardi, in attesa di nuove politiche nazionali anticrisi, è che "questa ulteriore riduzione di personale permetta la ripresa e il rilancio dell’attività in un’azienda che rappresenta anche un pezzo importante di storia locale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet