Prometeia, Pil 2016 a +0,7%


La ripresa in Italia si conferma tra le più fragili. E vengono tagliate le stime sul Pil 2016 (da +0,8% a +0,7%) e 2017 (da +0,9% a +0,8%). Lo si legge nel Rapporto di Previsione di Prometeia di settembre. Per gli anni successivi stimata una crescita media annua vicina all’1%. “La stagnazione del secondo trimestre preoccupa per la sua origine: è stata la domanda interna a deludere le attese” spiega il think tank bolognese. La politica di bilancio è prevista ancora moderatamente espansiva con la legge 2017, stop alla discesa del deficit/Pil (2,4% quest’anno, 2,5% l’anno prossimo) e rientro del disavanzo posticipato al 2018. “Le incertezze legate al referendum costituzionale continueranno a pesare, in Italia e non solo. Un eventuale esito negativo potrebbe avere ripercussioni sulla stabilità del governo e mettere in discussione l’agenda delle riforme”.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet