Prodi for Africa: “incoronato” ambasciatore del continente


BOLOGNA, 14 MAG. 2009 – I capi dei regni e delle tribù africane hanno ‘incoronato’ l’ex presidente del consiglio Romano Prodi come loro ‘ambasciatore’ presso gli organismi internazionali. Tre leader africani, in rappresentanza del forum dei re, dei principi, dei sultani, degli sceicchi e dei capi tribù del continente (le vere autorità morali africane) hanno visitato in questi giorni l’Europa e dopo aver fatto tappa a Bruxelles si sono fermati a Bologna per un saluto a Romano Prodi e per una nomina speciale. Re Tchiffi Zie Jean Gervais, del regno Grou (tre milioni di persone in Costa d’Avorio e in alcuni stati confinanti), segretario generale del forum, ha infatti affidato questo compito a Prodi e lo ha simbolicamente ‘incoronato’, vestendolo con abiti, mantello e copricapo tradizionale."E’ la prima volta che il forum delle tribù viene in Europa – ha detto re Tchiffi – e siamo venuti per trovare delle persone capaci di darci una mano a mandare avanti i nostri progetti. Abbiamo individuato in Prodi la persona che ci può aiutare ad avere con l’Europa un rapporto per lo sviluppo, la pace, l’educazione e la salute". I confini degli stati africani sono, infatti, disegnati a tavolino dagli occidentali e spesso non rispondono alle vere comunità e alle autorità morali a cui si rivolgono. Il tentativo di coinvolgere il forum dei re nei rapporti fra Unione Africana e Unione Europea, secondo l’ex presidente del consiglio, che è stato recentemente impegnato in un incarico di peacekeeping con l’Onu, è quello di promuovere la pace, che in Africa è il requisito essenziale per pensare allo sviluppo. "Abbiamo bisogno della vostra saggezza e della vostra mediazione – ha detto Prodi, rivolgendosi ai re – perché voi avete un ruolo importante. E’ cominciato un lavoro formale che io ho cominciato in maniera informale quando ero presidente della commissione. Dobbiamo adesso fare un’agenda per costruire qualcosa di duraturo". L’incontro è stato organizzato a Bologna dalla fondazione per la collaborazione fra i popoli di cui Romano Prodi è presidente. Ha partecipato anche Massimo Toschi, assessore alla cooperazione internazionale e alla riconciliazione fra i popoli della Regione Toscana.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet