Primo maggio, Vasco Rossi: “E’ il momento della solidarietà”


30 APR. 2009 – "Sono grato all’1 maggio perché mi offre la possibilità di restituire un po’ di quello che ho avuto, non viviamo un buon periodo e quindi per me questo è il momento della solidarietà". Vasco Rossi è la star del concerto di piazza San Giovanni: domani suonerà per 50 minuti, ma nello stesso tempo è il testimonial della campagna della raccolta di fondi destinati a borse di studio per gli orfani dei morti sul lavoro. "Di solito la beneficenza è una cosa che si fa privatamente, ma in questo caso ho deciso di rendere pubblica la mia offerta (la cifra è 100 mila euro) per stimolare la gente a partecipare alla raccolta", ha detto. "Bisogna avere paura del potere che cerca di mettere paura alla gente, perché più la gente ha paura e meno fa cose normali". Domani nel concerto Vasco presenterà una cover inedita di Sono un ragazzo di strada, brano di culto dei Corvi. "Ho scelto questo brano perché io sono rimasto un ragazzo di strada", ha spiegato illustrando la scaletta dello show. Aprirà Sì stupendo, poi ci sarà Vieni qui ("E’ l’amore come lo canto io") Sally ("Un brano a cui sono legatissimo, potrei essere io Sally") C’é chi dice no ("E’ un po’ la sintesi del momento che stiamo vivendo"), Gli spari sopra e Il mondo che vorrei, che è anche il titolo del concertone che sarà condotto da Sergio Castellitto. "Sono molto contento di essere all’1 maggio – ha aggiunto Vasco – artista tra gli artisti. Proprio per l’impegno dedicato alla preparazione dello show di domani non ho partecipato al concerto per l’Abruzzo. E’ importante anche dire che eventi come un terremoto non si possono controllare mentre le morti sul lavoro é una cosa che può essere evitata". Il concerto di domani sarà aperto da un mini festival della musica indipendente italiana con Marco Dente, Polo Benvegnu, Marta sui tubi, Roberto Angelini, Beatrice Antonini, Basile poi Nomadi, Bandabardò, Alessandro Mannarino, Enzo Avitabile, Peppe Voltarelli, Motel con Ection, la band di Samuel dei Subsonica, Irene Fornaciari un super gruppo con gli Afterhours con ospiti Samuel e Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Caparezza, Paola Turci con Paolo Fresu, Robben Ford, Marina Rei, Edoardo Bennato, Casinò Royale e Asian Dub Fondation. Sergio Castellitto non sarà un conduttore canonico, ma avrà anche momenti più attoriali, con incontri con musicisti, letture di poesie, parti con attori come Valeria Solarino, Claudia Gerini e Pierfrancesco Favino e anche un incontro con una banda tradizionale di Introdacqua, un paese vicino l’Aquila.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet