Primi chiarimenti su acquisizione Lag


1 AGO. 2012 – Non ci sono ombre sull’acquisto di Lactalis american group da parte di Parmalat. Almeno così la pensa il collegio dei sindaci della società, che, rivolgendosi alla Consob, giudica l’operazione non plausibile di "scarsa valutazione nell’interesse sociale e da disallineamenti dai principi di corretta amministrazione".L’acquisizione, cosiddetta infragruppo visto i nuovi proprietari di Collecchio, i francesi di Lactalis, da mesi è contestata da gruppi di azionisti e anche dai sindacati. Avvenuto il maggio scorso, l’acquisto della divisione americana di Lactalis è stato visto come un escamotage dei francesi per mettere le mani su buona parte del "tesosretto" Parmalat. Soldi accumulati dall’ex ad Enrico Bondi attraverso cause vinte contro le banche in processi legati alla vicenda del crack. 904 milioni di dollari sono parsi troppi anche a più di un analista. La richiesta di chiarimenti da parte della Consob è arrivata il 25 luglio scorso. La Parmalat fa sapere che "entro le prime settimane del prossimo mese di settembre", saranno disponibili le informazioni riguardanti i dati di chiusura del primo semestre 2012 di Lactalis American Group, Lactalis do Brasil e Lactalis Alimentos Mexico e gli eventuali scostamenti dai target previsti nel business plan con particolare riguardo all’ebitda, nonché le considerazioni degli amministratori in merito all’efficacia del meccanismo di aggiustamento del prezzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet