“Preso il maniaco di Correggio”


REGGIO EMILIA, 1 SET 2009 – Non c’è ancora una conferma, ma i carabinieri sono convinti di aver fermato l’uomo che, con una serie di aggressioni in serie contro donne sole, nelle scorse settimane ha creato paura a Correggio, in provincia di Reggio Emilia. L’uomo da metà luglio agiva nel centro di Correggio, colpendo a ogni ora del giorno e della notte nella zona dell’ospedale. Le sue “prede”: donne sole, a piedi o in bici.I carabinieri della cittadina reggiana stanotte hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un uomo, convinti di aver messo le manette al ‘maniaco seriale’ che si è reso responsabile di tentati stupri e rapine. Sulla base delle risultanze investigative dei militari, coordinati dal Pm Valentina Salvi, l’uomo è stato sottoposto a fermo probabilmente prima dell’ennesimo colpo. A lui i carabinieri sono giunti anche grazie alle testimonianze e alle descrizioni fornite dalle stesse vittime. I dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa nel pomeriggio.LA PREOCCUPAZIONE DEL SINDACO, MARZIO IOTTIIl sindaco di Correggio, Marzio Iotti, nei giorni scorsi si era fatto portavoce della paura dei correggesi e aveva chiesto un incontro al prefetto di Reggio Emilia. Il sindaco aveva anche sottolineato che, nonostante l’impegno del Comune che ha costruito una nuova caserma dei Carabinieri, finora l’organico non è stato aumentato.“La serialità di questi episodi, per quanto senza gravi conseguenze per le persone, sta contribuendo – diceva Iotti – a generare in città un clima di insicurezza e di paura. È comprensibile che ne derivi maggiore prudenza, soprattutto tra le donne, a frequentare luoghi isolati. Tuttavia è bene che i cittadini non si lascino intimorire e non rinuncino alla libertà di muoversi e ad uscire perchè la sicurezza è tanto maggiore quando più i luoghi sono frequentati e vissuti. L’invito è quello di collaborare, così come stiamo facendo come amministrazione, con le forze dell’ordine preposte alle indagini che stanno compiendo davvero un grande sforzo per intercettare l’aggressore”.“Ho chiesto un incontro al Prefetto di Reggio Emilia” – continuava la nota del sindaco di Correggio – “non solo per illustrare personalmente la situazione di preoccupazione che Correggio sta vivendo, ma anche per fare nuovamente presente la necessità di un potenziamento delle forze dell’ordine sul territorio: Correggio in questi anni è cresciuta, la popolazione è aumentata e, grazie a nostri recenti investimenti, possiamo contare su una moderna e nuova caserma dei Carabinieri, una struttura adatta ad ospitare un numero maggiore di militari rispetto a quelli attuali.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet