Premio Strega, ai finalisti il riconoscimento di Bper


BPER Banca ha rafforzato quest’anno il suo sostegno al Premio Strega, istituendo un riconoscimento speciale per ciascuno dei cinque autori finalisti, consegnato ieri sera a Roma nel corso dell’evento che ha concluso la prestigiosa manifestazione.

Si tratta di una scultura realizzata grazie a un Concorso di idee cui hanno partecipato le Accademie di Belle Arti di Bologna, Roma e Napoli. La Commissione giudicatrice ha selezionato la proposta di Federica Amuro di Sorrento, che frequenta l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Il titolo del lavoro è “Ad un visibile parlare” e l’artista ha scelto di utilizzare l’aereo come metafora della lettura, capace di far viaggiare in luoghi sconosciuti e in universi paralleli: una rappresentazione in cui forme, colori e segni ritmici si mescolano efficacemente con lettere e parole.

L’opera è stata replicata in cinque esemplari ed è stata consegnata ai finalisti, nella splendida cornice del Ninfeo di Villa Giulia, dal Vice Direttore generale di BPER Banca Gian Enrico Venturini, in un momento della serata da cui è uscita vincitrice del premio Strega 2018 Helena Janeczek, autrice de “La ragazza con la Leica” (Guanda editore).

“L’obiettivo del progetto – ha spiegato Venturini – è stato quello di favorire una positiva contaminazione culturale: la scelta di coinvolgere le Accademie ha voluto stimolare la creatività in stretta relazione fra arti visive e letteratura. BPER Banca, attraverso la partnership avviata da diversi anni con la Fondazione Bellonci per il Premio Strega, si impegna a promuovere la lettura, in particolare tra i giovani, nella convinzione che la cultura sia un importante volano per la crescita del Paese”.
Premio Strega 2018 ha proclamato vincitrice Helena Janeczek, autrice del romanzo “La ragazza con la Leica” (Guanda Editore).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet