Barilla: stop alla Plasmon dal Tribunale di Milano


PARMA 9 DICEMBRE Un punto a favore di Barilla nella «guerra» con la Plasmon scatenata dalla campagna comparativa che l’azienda di alimenti per l’infanzia ha avviato la scorsa settimana.Il Tribunale di Milano ha infatti disposto un provvedimento di urgenza contro la Plasmon intimando la cessazione della campagna pubblicitaria considerata «ingannevole» e «denigratoria». La campagna comparava i prodotti Plasmon con quelli Barilla, ovvero prodotti differenti dal punto di vista legislativo perché i prodotti specificatamente per l’infanzia sono sottoposti alla Direttiva 2006/125/CE. La Barilla aveva immediatamente risposto sia a colpi di pubblicità che passando alle vie legali.In attesa del giudizio di merito, la pubblicità per ora è sospesa e la prossima udienza è fissata per il 28 dicembre. Intanto alla Plasmon (che fa parte del gruppo americano Heinz) è stato dato il termine del 22 dicembre per il deposito delle sue difese.Barilla, che si è appellata anche allo Iap, istituto dell’autodisciplina pubblicitaria, in una nota sul proprio sito sottolinea come con la propria decisione il Tribunale milanese ritenga che la pubblicità della Plasmon «attui una pubblicità comparativa non rispettosa dei limiti di legge; causi discredito all’immagine della Barilla e costituisca denigrazione nei confronti della stessa Barilla».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet