a parma valentino fabbian (chef Express-Cremonini) con Confimprese e Università di Parma chiude la V edizione del Master della Ristorazione di Marca


parma 7 ottobre Si è chiusa la V edizione del Master in store management della ristorazione di marca, l’iniziativa nel mondo della ristorazione di marca promossa da Confimprese e dall’Università di Parma. Cinque le aziende sostenitrici del progetto, Autogrill, Chef Express (Gruppo Cremonini), Flunch, McDonald’s e My Chef. A premiare i 22 ragazzi, che da gennaio a settembre hanno seguito 4 mesi di formazione obbligatoria a tempo pieno e 4 di stage in azienda, l’amministratore delegato di Chef Express Valentino Fabbian. «Siamo molto soddisfatti della riuscita di questo master – dichiara Valentino Fabbian, amministratore delegato Chef Express e consigliere di Confimprese – che, caso unico nel nostro Paese, punta a creare dei veri imprenditori nella ristorazione moderna. Inoltre, rappresenta un ottimo esempio della collaborazione tra università e impresa, oggi sempre più necessaria per affrontare le nuove sfide del mondo del lavoro».I candidati, che hanno avuto modo di esprimere le loro capacità operative grazie ai 4 mesi in stage, hanno davanti a sé concrete possibilità di entrare a far parte delle aziende sponsor dell’iniziativa. Questi i numeri: 9 hanno già ricevuto proposte dai partner, 6 sono in attesa di proposta, 4 accettano proposte nel settore, mentre solo 3 non sono allineati.«Il progetto – chiarisce Davide Pellegrini, professore associato dell’Università di Parma facoltà di Economia – nasce da una forte collaborazione con le imprese e nel tempo si è modellato sui fabbisogni formativi delle stesse. Il posizionamento di questo prodotto culturale rimane distintivo, in quanto molto focalizzato su un bisogno specifico: formare candidati ad alto potenziale che possano svolgere una funzione di store management all’interno di catene commerciali e che quindi possano interpretare in punto vendita le complessità manageriali tipiche di organizzazioni complesse. Alla capacità di execution devono sposarsi velocità di lettura comportamentale e buone doti di analisi».All’inizio del 2012 prevista la partenza della VI edizione, sempre promossa da Confimprese e dall’Università di Parma e sostenuta dalle 5 aziende leader nella ristorazione commerciale che hanno appoggiato le precedenti quattro edizioni. Quattro i turni di selezione, il primo è fissato per il 27 ottobre. I candidati, che possono essere laureati triennali e quadriennali con preferenza per discipline economiche o gastronomiche e diplomati con esperienza lavorativa biennale nel settore della ristorazione, saranno scelti attraverso colloqui con i docenti universitari e test logico-attitudinali. Alle selezioni parteciperanno per la prima volta anche i direttori risorse umane delle imprese sponsor per apportare il loro contributo nella scelta delle risorse più idonee alle loro esigenze aziendali.Il Master in store management della ristorazione di marca ha riscosso nel tempo consensi crescenti non solo da parte delle imprese che l’hanno lanciato e sostenuto, ma anche dei candidati, il cui numero è cresciuto costantemente passando dai 14 partecipanti della I edizione (2006-2007) ai 22 di quella appena conclusasi (22 nella II, 17 nella III, 25 nella IV ). I requisiti fondamentali per potere accedere al Master e su cui le aziende non sono disposte a fare sconti sono la conoscenza dell’inglese e la mobilità su tutto il territorio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet