pr 6/2/2/2013 UNIONCAMERE ER: OGGI A PARMA Crescere all’estero con il “Temporary Export Manager”


PARMA 6 FEBBRAIO Con l’obiettivo di offrire alle imprese supporto concreto per lo sviluppo di una strategia aziendale mirata per affrontare i mercati internazionali, parte la terza edizione del “Temporary Export Manager”. Grazie a questo progetto, il sistema camerale dell’Emilia-Romagna offre uno strumento personalizzato alle imprese interessate ad avviare o consolidare la propria presenza all’estero. “Temporary Export Manager” prevede l’inserimento temporaneo in azienda, attraverso un tirocinio formativo, di una risorsa junior specializzata in marketing internazionale che opererà in coordinamento con i vertici dell’impresa, l’assistenza di un funzionario camerale e di un esperto esterno. Questa figura, il cosiddetto “temporary export manager”, metterà a fuoco e realizzerà, in accordo con il management aziendale, il piano di internazionalizzazione. Il progetto “Temporary Export Manager”, che ha una durata di circa 6 mesi, punta a favorire il processo di scambio e comunicazione fra imprese e giovani neolaureati per qualificare competenze aziendali in marketing internazionale.E’ iniziato un tour itinerante per illustrare il progetto in quattro incontri nelle Camere di commercio.Dopo Rimini, l’iniziativa oggi (ore 16) tocca Parma con un evento formativo nella sede della Camera di commercio in via Verdi, 2.Il programma prevede la relazione dell’esperto Gianfranco Lai, M&T Italia SRL, senior export manager sul tema “Scopi e fasi del progetto “Temporary Export Manager”. Quindi Dario Govoni, ufficio internazionalizzazione di Unioncamere ER spiegherà le modalità dei tirocini formativi. A seguire due case history aziendali dell’edizione 2012. Inizierà il Prosciuttificio San Michele con Giulio Gherri, titolare e Noemi La Torre, junior export manager. Seguirà la CSPlast con Jessica Corradi, Chief Operating Officer e Serena Cadamuro, junior export manager. A conclusione è previsto spazio per le domande del pubblico. L’iniziativa proseguirà poi a Forlì il 7 febbraio per chiudersi a Modena il giorno successivo. Le imprese interessate dovranno compilare ed inviare via e-mail o via fax entro venerdì 15 febbraio 2013 il company profile scaricabile nell’apposita sezione del sito internet della propria Camera di commercio. Saranno ammesse almeno 4 imprese per provincia, selezionate in base a potenzialità (prodotto e organizzazione aziendale), cantierabilità e fattibilità del progetto. “Grazie a questa iniziativa, sulla base dei risultati delle prime due edizioni – sottolinea il Segretario Generale di Unioncamere Emilia-Romagna, Ugo Girardi – il sistema camerale regionale offre un supporto per incentivare strategie di internazionalizzazione delle imprese interessate ad avviare o consolidare la presenza sui mercati esteri facendo leva sul “fattore umano” quale variabile competitiva”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet