pr 5/8/ 2011 BUONGIORNO SEMESTRALE E RIASSETTO


PARMA 5 AGOSTO Buongiorno S.p.A. (FTSE Italia STAR: BNG), multinazionale leader nell’offerta di servizi e soluzioni per la mobile connected life, ha annunciato in data odierna un accordo vincolante con Francisco Partners per un carve out del proprio business B2B che include i servizi di mobile advertising, soluzioni e applicazioni mobile, e soluzioni per il mobile marketing e loyalty program. Francisco Partners è uno dei leader globali di private equity con una lunga esperienza di investimenti focalizzati esclusivamente nel settore della tecnologia, con oltre 7 milliardi di dollari di dotazione raccolti finora e un ampio portafoglio di investimenti. La nuova società, gestita indipendentemente, sarà posseduta 60% da Francisco Partners e 40% da Buongiorno e farà leva sia sull’esperienza tecnologica e imprenditoriale, l’approccio globale, e le ottime relazioni con gli operatori di Buongiorno, sia sulla storia di successo di Francisco Partners negli investimenti effettuati nel settore technology software. Grazie a questa operazione con Francisco Partners, Buongiorno potrà adottare un approccio più focalizzato alle linee di business B2C e B2B. Il business B2C, accresciuto con l’acquisizione di Dada.net, rimarrà centrale nella strategia di Buongiorno, mentre l’obiettivo della NewCo sarà quello di diventare il leader mondiale del segmento B2B. La porzione del business B2B caratterizzato da un modello di business simile a quello del B2C continuerà ad essere gestita direttamente da Buongiorno. “Nei primi 11 anni, Buongiorno ha progressivamente accresciuto la sua dimensione diventando un player di riferimento nel mobile internet, sia con un approccio B2C, ossia vendendo direttamente al consumatore finale, sia B2B, ossia interfacciandosi con brand e operatori telefonici” ha commentato Mauro Del Rio, fondatore e Presidente di Buongiorno. “Ci è apparso chiaro tuttavia che una focalizzazione sul segmento B2C ci consentirà di cogliere al meglio nuove opportunità di crescita che nel mercato dinamico del mobile internet si presentano ogni giorno. Siamo lieti di cominciare questa nuova fase insieme a Francisco Partners, consapevoli della loro esperienza e conoscenza pluriennale e siamo sicuri che con loro sapremo accelerare la nostra crescita nel settore del mobile marketing e CRM. Inoltre, siamo contenti di poter contare anche in questa sfida sul supporto del nostro partner consolidato Mitsui.” “Gli elevati tassi di crescita, l’innovazione di prodotto e l’alto livello di soddisfazione dei clienti relativamente al business della NewCo, sono stati elementi fondamentali nella decisione di Francisco Partners” ha commentato Matt Spetzler, Principal di Francisco Partners. “Siamo lieti di poter collaborare con Buongiorno e con il management della NewCo con l’obiettivo di capitalizzare i risultati positivi finora ottenuti e investire con l’obiettivo di diventare leader globale nel settore di mobile marketing, loyalty/CRM, e mobile advertising.” “Già all’inizio del 2010 abbiamo fatto un primo passo riorganizzando la nostra strategia go-to-market e il nostro team di professionisti nelle due linee B2C e B2B” ha commentato Andrea Casalini, CEO di Buongiorno. “Oggi facciamo un altro significativo passo nella stessa direzione: la creazione e gestione di 2 società separate che ci permetterà di raggiungere più efficacemente gli obiettivi di crescita che di siamo posti, e di fornire le migliore opportunità professionali per i nostri professionisti. Siamo inoltre certi che questo transazione con Francisco Partners, che avviene a multipli significativamente più alti rispetto a quelli oggi riconosciutici sul mercato azionario italiano, sarà un primo passo nella direzione di far emergere e sviluppare appieno il valore creato negli anni da Buongiorno per i propri azionisti.” La NewCo acquisirà il 100% di: (i) iTouch Australia Ltd, (ii) B!Digital Innovation India, (iii) B!Digital e delle sue partecipate Le partecipate di B! Digital sono: B! Marketing Services Deutschland GmbH, B! Marketing Services España, S.L., B! Marketing Services France SA, B! Marketing Services Italy SRL, B! Marketing Netherlands BV, Hotsms.com B.V., B! Russia LLc, B! Marketing Services UK Ltd., e B! Marketing Services US Inc., nonché alcuni specifici contratti, le persone dedicate a queste attività, e specifici diritti IP da Buongiorno S.p.A.. Buongiorno S.p.A. detiene attualmente il 49% di B!Digital Innovation India e il 59% di Buongiorno Marketing Services BV (B!Digital); il Gruppo ha firmato un accordo preliminare, non-vincolante per rilevare le quote rimanenti da Mitsui Co. Ltd. prima del closing della transazione per circa 23 milioni di Euro. Al closing dell’operazione, le società sopraccitate saranno trasferite da Buongiorno alla NewCo. Mitsui ha investito nelle partecipate del Gruppo durante l’espansione globale del business. Mitsui, con un 5,2% del capitale di Buongiorno S.p.A. è il secondo azionista di maggioranza del Gruppo, e ci si attende rimanga un partner del Gruppo al lungo termine. Il 100% della NewCO è valutata circa 110 milioni di Euro. Nel 2010, i Ricavi ed EBITDA EBITDA: risultato operativo ante ammortamenti e svalutazioni (al lordo di svalutazioni crediti e oneri non ricorrenti) proforma del perimetro sono stati rispettivamente circa 50 milioni di Euro e 8 milioni di Euro. Alla conclusione dell’operazione, Buongiorno S.p.A. riceverà: – il 40% del capitale della NewCo in azioni ordinarie; – 44 milioni di Euro di cassa al closing del deal (di cui 23 milioni sarà pagata a Mitsui in considerazione della vendita delle quote rimanenti di B!Digital e B!India, sopramenzionati); – 36,7 milioni di Euro come pagamento differito con una scadenza quinquennale e con un tasso d’interesse dell’8% capitalizzato; – un warrant equivalente ad un 10% di capitale addizionale della NewCo. L’operazione con Francisco Partners, in sintesi, prevede: – la capitalizzazione della New Company con 44 milioni di Euro di cassa sottoscritti da Francisco Partners; – la società Pajala NV, attualmente posseduta da Buongiorno S.p.A., conferirà il capitale intero di iTouch Australia Ltd. alla New Company; – allo stesso tempo, la New Company acquisirà il 100% delle società, contratti, e dipendenti incluse nel perimetro del deal da Buongiorno S.p.A. e le sue società controllate; – il pagamento dalla New Company sarà effetuato tramite: (i) un pagamento per cassa di 44 milioni di Euro al momento del closing, (ii) 36,7 milioni di Euro come pagamento differito con un tasso d’interesse dell’8% capitalizzato, da ripagare o entro 5 anni, o prima, in caso in cui si verifichi un evento di liquidità; – al momento del closing, si prevede che la NewCo abbia una posizione finanziaria netta positiva per 7 milioni di Euro, e un working capital positivo per 4 milioni di Euro. Del totale di 7 milioni di Euro di cassa, 4 milioni di Euro verrano rimborsati a Buongiorno S.p.A. entro 24 mesi; – un earn-out a favore di Buongiorno S.p.A. sotto forma di warrant per un 10% del capitale sociale della nuova società, legato al raggiungimento di specifici obiettivi; – il closing è soggetto ad alcune condizioni tra cui: · l’approvazione delle banche coinvolte nell’ultimo finanziamento del Gruppo Buongiorno; · chiusura del accordo con Mitsui per il riacquisto della quota di B!Digital Innovation India e B!Digital; · il non verificarsi tra il signing e il closing di eventi materiali che impattano negativamente sul business; · efficacia del trasferimento dei dipendenti inclusi nella transazione; · l’approvazione di alcuni attori terzi per il la finalizzazione e il trasferimento dei propri contratti specifici alla New Company; – la quota di Buongiorno nella nuova società è soggetto ad un lock-up per 18 mesi dopo il closing; – la gestione della NewCo sarà governata da un patto parasociale tra Buongiorno S.p.A. e Francisco Partners, in cui Buongiorno, coma azionista di minoranza riceverà alcune protezioni che includono: (i) representazione nel Consiglio Di Amministrazione della New Company e diritti specifici per la designazione dell’Amministratore Delegato, (ii) diritti di balotaggio sia nel Consiglio Di Amministrazione sia nell’Assemblea di Azionisti, (iii) clausole sui trasferimenti di azioni permessi, diritti di tag-along, e obblighi di drag-along, (iv) diritti specifici in caso della verificazione di un evento di liquidità o eventi simili, (v) diritti specifici in caso d’aumento del capitale sociale della New Company; – il Vendor Loan di Buongiorno sarà senior a tutti gli altri strumenti finanziari della New Company; – la New Company emetterà azioni ordinarie a Buongiorno e azioni proprie a Francisco Partners. È previsto che il perfezionamento possa avvenire indicativamente nell’arco di 90 giorni dopo: (i) finalizzazione di passaggi corporate e di contratto pre-definiti e, (ii) finalizzazione di un piano di separazione con l’obbiettivo di passare operazioni alla New Company e garantire continuità di business. Buongiorno è stata assistita nell’operazione dallo studio Bonelli Erede Pappalardo. FP è stata assistita nell’operazione da Kirkland & Ellis e Chiomenti Studio. Ulteriori informazioni sullo sviluppo della transazione saranno comunicate nei tempi dovuti in base ai regolamenti vigenti e contenute nella documentazione che sarà trasmessa a Borsa Italiana, a Consob e agli Azionisti in ottemperanza alle leggi e alle normative nazionali. Francisco Partners FP è un leader mondiale in global private equity, focalizzato su investimenti nel settore di tecnologia. Con circa 7 miliardi di USD in capitale generato ad oggi, la sua strategia è una di investire e strutturare aziende di tecnologia private e pubbliche con transazioni da $25 milioni di USD a sopra $500 milioni di USD. Per ulteriori informazioni consultare: www.franciscopartners.com.Il CdA di Buongiorno S.p.A. ha approvato in data odierna la Relazione Semestrale al 30 giugno 2011.Buongiorno chiude il primo semestre dell’anno con ricavi a 122,8 milioni di Euro, in leggero calo del 3% rispetto a H1 2010. Il secondo trimestre mostra una crescita del16% rispetto al Q1 2011. Continua il trend positivo del B2C con ricavi in crescita del 3% nel primo semestre 2011 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. EBITDA del semestre in linea con il 2010 come percentuale su ricavi a 13,6% (16,7 milioni di Euro vs 17,3 milioni di Euro nell’H1 2010.) Utile prima delle imposte nei primi sei mesi dell’anno: 5,5 milioni di Euro vs 10,7 milioni di Euro nei primi sei mesi del 2010. Il debito netto si attesta a 73 milioni di Euro dopo l’acquisizione di Dada.net. Milano, 5 agosto 2011 – Si è riunito in data odierna il Consiglio di Amministrazione di Buongiorno S.p.A. (FTSE Italia STAR: BNG), multinazionale leader nell’offerta di servizi e soluzioni per la mobile connected life, che ha approvato i dati relativi al primo semestre 2011, redatti secondo le disposizioni previste dai principi contabili internazionali (IAS/IFRS). Si sottolinea che l’acquisizione di Dada.net S.p.A. e delle sue società controllate è stata contabilizzata in data 1 giugno 2011 e, conseguentemente, i dati economico-reddituali relativi al primo semestre 2011, qui di seguito esposti, includono i componenti economici di Dada.net del solo mese di giugno mentre i dati patrimoniali includono tutti gli effetti dell’operazione di acquisizione. Nel dettaglio il Valore della Produzione consolidato del primo semestre del 2011 ammonta a 124,6 milioni di Euro (128,4 milioni al 30 giugno 2010) pari ad un decremento di circa il 3%. I Ricavi consolidati delle vendite derivanti dalla gestione caratteristica sono stati pari a 122,8 milioni di Euro (127 milioni di Euro al 30 giugno 2010) pari ad un decremento di circa il 3%. Il calo dei ricavi è da ascriversi sostanzialmente al calo dell’attività di Interactive TV, da tempo ritenute non più strategiche dall’azienda, con una flessione negativa del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno di circa 6,6 milioni di Euro. L’Industrial Added Value (IAV), indicatore che si ottiene dalla differenza tra il totale dei ricavi caratteristici, i costi variabili del venduto e le spese di marketing, nel primo semestre 2011 è stato di circa 59,4 milioni di Euro (48,3% sui ricavi netti), rispetto al valore registrato al 30 giugno 2010 di circa 56,4 milioni di Euro (44,4% sui ricavi netti). Nel corso del primo semestre 2011 il costo del personale passa da circa 26 milioni di Euro al 30 giugno 2010 a circa 30 milioni di Euro alla fine del primo semestre 2011. La crescita è dovuta all’assunzione di nuove risorse per lo sviluppo di progetti innovativi che hanno portato ad un rafforzamento sia della struttura tecnica sia di quella di prodotto. Il numero di dipendenti a fine periodo è di 1.255 rispetto a 995 a fine del primo semestre 2010 ed include circa 150 risorse provenienti dall’acquisizione del gruppo Dada.net. Il primo semestre 2011 si è chiuso con un EBITDA (Margine Operativo Lordo) normalizzato pari a circa 16,7 milioni di Euro, pari al 13,6% dei ricavi, rispetto ai 17,3 milioni di Euro del primo semestre 2010 (13,6% dei ricavi netti consolidati). Nonostante il calo dei ricavi, attribuibile ai motivi sopraccitati, l’EBITDA rimane in linea come percentuale sul fatturato costi grazie ad una riduzione dei costi variabili legati all’attività di Interactive TV e dei costi per servizi, oltre che alle spese marketing che sono rimaste sostanzialmente invariate come incidenza sui ricavi rispetto al 2010 (26%). In totale, nel primo semestre 2011 i costi per servizi e godimento di beni di terzi risultano pari a 78,1 milioni di Euro rispetto ai 85,2 milioni di Euro del primo semestre 2010. Il Risultato Operativo Normalizzato del semestre 2011 è positivo per circa 10 milioni di Euro pari all’8,2% dei ricavi netti consolidati (10,9 milioni di Euro nel primo semestre 2010 pari all’8,6% dei ricavi netti consolidati). L’Utile Ante Imposte del periodo in esame ammonta a circa 5,5 milioni di Euro (4,5% dei ricavi consolidati netti), in riduzione rispetto al risultato del primo semestre del 2010 pari a circa 10,7 milioni di Euro (8,4% dei ricavi consolidati netti), a causa dell’incidenza degli oneri finanziari nel periodo (2,8 milioni di Euro) principalmente a causa dell’andamento dei cambi valutari che avevano avuto un’incidenza positiva nel corrispondente periodo dell’anno precedente. Inoltre, gli oneri non ricorrenti del primo semestre ammontano a circa 1,3 milioni di Euro, relativi alla chiusura del vecchio finanziamento rilasciati a conto economico e dagli oneri accessori all’operazione di acquisizione Dada per 444 migliaia di Euro. L’Utile Netto Consolidato ammonta a circa 3,1 milioni di Euro rispetto ai 5,4 milioni di Euro del primo semestre 2010. Al 30 giugno 2011 il Gruppo Buongiorno chiude con un Indebitamento Finanziario Netto consolidato di 73 milioni di Euro contro i 27 milioni di Euro di fine 2010. L’aumento di 46 milioni di Euro è da ascriversi principalmente all’acquisizione di Dada.net e al consolidamento del debito di Giglio S.p.A. oltre che ad una variazione del capitale circolante netto, che è aumentato come previsto dal Budget. Nel primo semestre del 2011 il B2C ha confermato il proprio trend positivo raggiungendo 18.5 milioni di abbonati (12.5 milioni a fine del Q1 2011), grazie anche all’acquisizione di Dada.net; i ricavi sono pari a 74,1 milioni di Euro (vs 71,9 milioni di Euro nel primo semestre 2010) con una crescita del 3%. L’incremento notevole dei ricavi è stato guidato dalla regione di Francia & Italia, dove l’accresciuta spesa di marketing ha dato buoni risultati, grazie anche alle migliori condizioni riconosciute dagli operatori; anche nell’area UK & International si è verificato un lieve aumento dei ricavi. Inoltre, la performance positiva del segmento B2C è stato influenzato dall’acquisizione di Dada.net, avvenuta lo scorso 31 maggio 2011, la quale ha portato quasi 3 millioni di Euro di ricavi al Gruppo sull’area del Nord America. L’attività B2B, ha mostrato nei primi 6 mesi dell’anno un rallentamento dei ricavi (-16%), rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La ragione principale di questo calo è da attribuirsi alla dismissione delle attività legate al business dell’interactive TV, che è caratterizzata da un livello di profittabilità modesto. Nonostante il calo dei ricavi, l’area Asia Pacific ha registrato una buona performance, in particolare dovuto al consolidamento del business in Australia e un nuovo contratto di business con un operatore neozelandese, mentre il business del Gruppo negli Stati Uniti si mantiene costante rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La divisione B! Digital, infine, ha confermato il proprio trend positivo con ricavi in crescita del 27% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, grazie principalmente al lancio di servizi di advertising diffusi tramite Facebook nei Paesi Bassi e grazie ad alcune campagne rilevanti con clienti Italiani. Per quanto riguarda i New Business invece, risulta un aumento di quasi 2 milioni di Euro rispetto al primo semestre del 2010, grazie sia allo sviluppo di un application/content store per un cliente importante nel mondo hi-tech sia ai ricavi relativi a nuovi servizi del Gruppo (Winga, Cashlog). Sono stati fatti investimenti significativi per lo sviluppo di queste offerte, come soluzioni innovative per sostenere la crescita del Gruppo a lungo termine. Buongiorno ha lanciato la propria offerta Winga in Italia per il mercato dei giochi online all’indirizzo www.winga.it. Il primo gioco disponibile è stato il poker che fa parte di un’offerta completa che comprende bingo, lotterie, casinò e molti altri giochi, in linea con le tempistiche autorizzative previste dai paesi Europei. L’offerta Winga è disponibile da pochi giorni anche sulla televisione digitale terrestre in Italia (canale 63); nei prossimi mesi lo sviluppo di Winga si articolerà in due direzioni: da una parte il progressivo ampliamento dei giochi disponibili (lotterie, casinò e molti altri giochi), in particolare in ottica mobile, dall’altra l’espansione dell’offerta Winga in altri mercati geografici, il tutto in linea con le tempistiche e regolamenti dei governi locali. Buongiorno, infine, ha lanciato Cashlog a fine aprile 2011 un’innovativa soluzione di Mobile Payments che, con la collaborazione degli operatori telefonici, facilita gli acquisti di beni digitali online rendendo possibile l’addebito del pagamento direttamente sul proprio credito telefonico. L’obiettivo è acquisire la leadership europea nei sistemi di Mobile Payments per il mercato digitale. In una prima fase il servizio è stato attivato in Italia (con un “bundle di servizi di pagamento” tramite partnership con CartaSi) e in Spagna, ma sarà esteso anche ad altri mercati come Francia, Germania e Russia. “Siamo soddisfatti di come si è chiuso il secondo trimestre. L’integrazione di Dada.net sta proseguendo molto bene e, anche grazie a questa, siamo confidenti di poter mostrare una significativa crescita dei ricavi B2C per l’anno in corso. Anche le nuove iniziative proseguono bene e siamo particolarmente contenti di aver saputo lanciare Winga TV a pochissimi giorni dall’efficacia della norme che hanno regolamentato in Italia una serie di nuovi giochi tra cui i Casino Games”. ha commentato Andrea Casalini, CEO di Buongiorno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet