nuove ipotesi Parmalat: in piano Braggiotti combinazione con Lacteos Brasil (


collechio 4 marzo–Grandi manovre su Parmalat. Fondi e banche sono all’opera per la creazione di schieramenti in vista dell’assemblea del 14 aprile che dovra’ rinnovare il vertice. Ma sullo sfondo si sta delineando un piano per assicurare un futuro il gruppo di Collecchio. Questo piano ancora in fase di elaborazione ha in cabina di regia la Leonardo & Co, boutique finanziaria di Gerardo Braggiotti che agisce per conto di Lacteos Brasil (conosciuta con il logo LBR), la piu’ grande azienda lattiero casearia del settore privato che ha la licenza di vendita dei prodotti Parmalat nel paese sudamericano.Lo scrive Il Messaggero spiegando che il piano dovrebbe portare a una "combinazione" fra il gruppo guidato da Enrico Bondi e il colosso brasiliano. A questo fine i banchieri italiani stanno sondando tutti i principali azionisti di Collecchio: i colloqui hanno una cadenza quotidiana e ieri ci sarebbe stato un incontro con uno dei principali fondi presenti nell’azionariato. Per testare il terreno affinche’ il nuovo board che verra’ eletto dall’assemblea di aprile possa favorire la "combinazione" nella quale comunque il nuovo agglomerato manterrebbe in Italia il quartier generale, con un’altra sede a San Paolo del Brasile. Decisioni non ne sarebbero state ancora prese, l’avvio per la realizzazione del piano potrebbe avvenire solo a ridosso dell’estate.Intanto Equita e Banca Imi starebbero lavorando a una cordata di imprenditori italiani per cercare di mettere insieme investitori guidati dal fondo Charme. Il cda del fondo pur avendo dato la disponibilita’ a prendere parte all’iniziativa, la subordina all’arrivo di altri coinvestitori. Ma al momento, prosegue il giornale, i ripetuti sondaggi fatti avrebbero riscontrato freddezza, anche perche’ i tempi sono troppo stretti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet