A PARMA L’ULTIMO CLOSING 2012 DEL FONDO ITALIANO D’INVESTIMENTO


RUBBIANO 31 DICEMBRE – Fondo Italiano di Investimento ed Edmond de Rothschild Investment Partners, attraverso l’advisor esclusivo Mast Capital Partners, hanno firmato il contratto che prevede l’investimento in Turbocoating SpA, principale società operativa e holding del Gruppo Unitedcoatings, con sede a Rubbiano di Solignano, in provincia di Parma. L’operazione prevede un investimento complessivo da parte dei fondi pari a 20 milioni di Euro, di cui parte in aumento di capitale, a fronte della sottoscrizione di una quota di minoranza, e parte attraverso un prestito obbligazionario convertibile. Unitedcoatings Group è una delle principali realtà a livello mondiale nell’applicazione di sofisticate tecnologie di deposizione a spruzzo termico di rivestimenti (c.d. coating) per i settori dell’energia e del biomedicale. In particolare, i rivestimenti vengono applicati per proteggere le parti calde dei motori delle turbine a gas nell’area energia e per favorire l’osteointegrazione su protesi ortopediche e dispositivi dentali nel biomedicale. Il gruppo opera in Italia con le società Turbocoating, Eurocoating, Artec e negli Stati Uniti con Turbocoating Corporation e Surface Dynamics. Nel 2011 Unitedcoatings Group ha sviluppato un fatturato consolidato superiore ai 40 milioni di Euro per l’80% conseguito all’estero, fornendo i propri servizi a clienti come Siemens e Alstom, nel settore energia, e Zimmer e Tornier in quello biomedicale. Il Gruppo, che impiega circa 300 dipendenti, opera attraverso 5 stabilimenti in Italia e 3 negli Stati Uniti, questi ultimi aperti negli ultimi 2 anni a fronte di investimenti superiori a 18 milioni di Euro. Malgrado il contesto economico particolarmente difficile negli ultimi 5 anni il gruppo è cresciuto ad un tasso composto superiore all’8%. Le importanti crescite attese nel settore dell’energia negli Stati Uniti sono legate principalmente alle prospettive di sviluppo delle centrali a gas per la produzione di elettricità in sostituzione di quelle a carbone anche a seguito della “rivoluzione energetica” in atto legata allo sfruttamento dello shale gas. Nel biomedicale, invece, sempre con riferimento agli Stati Uniti, si prevede una crescita a doppia cifra del settore a seguito dell’aumento del mercato delle protesi legato a patologie quali l’obesità e l’artrite e la volontà della popolazione di mantenere uno stile di vita attivo anche in età avanzata. L’investimento di FII e di EdRIP si pone l’obiettivo di supportare l’ulteriore espansione del Gruppo negli Stati Uniti e in Europa, nonché di consolidarne il controllo nelle mani del fondatore Nelso Antolotti. Per il Fondo Italiano si tratta del trentesimo investimento diretto dall’avvio della sua attività, al quale se ne devono aggiungere altri cinque già deliberati dal Consiglio di Amministrazione della SGR ed al momento in fase di definizione. Le risorse complessivamente coinvolte, comprendendo anche il totale degli investimenti indiretti deliberati, ammontano a oltre 675 milioni di Euro.Edmond de Rothschild Investment Partners è un primario operatore di private equity francese, focalizzato sugli investimenti di development capital attraverso il fondo Winch Capital 2. Tra i principali sottoscrittori di Winch 2, che ha una dotazione complessiva di 250 milioni di Euro, sono presenti primarie istituzioni francesi, tra cui spicca la Caisse des Dépôt, Cassa Depositi e Prestiti francese. Gli investimenti italiani di Edmond de Rothschild Investment Partners sono effettuati attraverso Winch Capital 2 cui si affianca Winch Italia controllato da Mast Capital Partners, advisor indipendente gestito da un team avente una consolidata esperienza nel settore del private equity italiano, già riferimento esclusivo di EdRIP in Italia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet