ikea vendite da record a parma


PARMA 31 OTTOBRE I parmigiani sono i clienti Ikea più soddisfatti d’Italia. Dai commenti lasciati in negozio e sul web, infatti, emerge che ben l’86% sono gli acquirenti che vogliono ancora comprare nel punto vendita di Parma e il 75% trova sempre qualcosa che gli piace (più 5% rispetto alla media nazionale). A riferirlo è lo store manager Marco Baretto in occasione della presentazione dei risultati economici per l’anno commerciale 2011 (1 settembre 2010 – 31 agosto 2011). Le vendite di Ikea Parma sono rimaste stabili rispetto all’esercizio dei 12 mesi precedenti. «Infatti a compensare le leggera flessione negli acquisti di divani e complementi d’arredo, ci sono gli ottimi dati che riguardano le cucine (+2%), i mobili da esterno (+12,5%), il tessile casa (+8%) e l’home organization (+15,7%), l’arredo bagno (+14,4%)». Nel complesso le vendite di mobili hanno rappresentato più del 56% del volume totale d’affari.E’ poi Ivan Gardini, responsabile delle relazioni esterne a ricordare che dall’apertura sono stati «4 milioni e 400 mila i visitatori provenienti dalle province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Mantova e La Spezia, 2 milioni i clienti. Nell’ultimo anno sono stati 1 milione e 600 mila di cui 600 mila clienti. Per Ikea Food (ristorante, bar, bottega svedese e bistrot) sono stati invece 524 mila i clienti, 194.292 i pasti serviti, circa 525 mila le polpette svedesi consumate e 216.122 i caffè serviti. Sono invece già 143 mila (a tre anni dall’apertura del negozio) i clienti iscritti a Ikea Family (33 mila i nuovi soci) che hanno generato il 64% del giro d’affari totale con un incremento del 14% sul 2010: la maggioranza sono donne, sposate con figli, con un’età media di 40 anni. Per quanto riguarda le imprese clienti, sono state 20.300 le fatture emesse nell’ultimo anno commerciale e sono 2357 i soci Ikea Business.A fare una panoramica su i numeri di Ikea Italia è poi ancora Baretto: «Ha fatto registrare un fatturato di 1.640 milioni di euro (+6,5%) e conta 19 punti vendita. La crescita sale al 12,5% per le cucine: quasi 63mila le combinazioni vendute e quest’anno senza incentivi statali». A marzo è stato aperto il primo negozio in Sicilia e nella primavera del 2012 inaugurerà il 20° punto vendita italiano a San Giovanni Teatino, il primo in Abruzzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet