pr 30/3/2012La soluzione Front End Unico di Cedacri trionfa al Forum ABI Lab 2012


collecchio 30 marzo Front End Unico, la nuova piattaforma di filiale di Cedacri, si è aggiudicata il primo posto nel concorso indetto per premiare la soluzione più evoluta presente al Forum ABI Lab, la due giorni focalizzata sull’innovazione IT nel settore bancario. La tecnologia di Cedacri ha raccolto infatti il maggior numero di voti fra tutti quelli espressi dai visitatori all’area dimostrativa della manifestazione, dedicata al tema “La Banca Digitale”.La piattaforma Front End Unico di Cedacri risponde alle esigenze di digitalizzazione dei processi bancari partendo proprio dalla filiale, proponendosi come collettore unico delle applicazioni di operatività di sportello classiche (dispositive e informative) e delle applicazioni di Front office e di CRM. Attraverso questa integrazione evoluta, Front End Unico diventa pertanto per l’operatore di filiale, ma anche per gestori, consulenti, responsabili di aree e uffici centrali, l’unico strumento necessario a soddisfare sia le esigenze commerciali sia quelle operative, in un’ottica di totale interoperabilità e di orientamento al cliente. Grazie alle sue caratteristiche, la nuova piattaforma di filiale Cedacri permette di introdurre in filiale una visione “cliente-centrica” e di gestire giornalmente l’andamento della clientela, al fine di identificare, attrarre e mantenere i clienti a miglior potenziale sviluppandone il valore. Front End Unico abilita inoltre la condivisione del contesto e l’interscambio di dati tra sistemi/applicazioni differenti.Tutto questo è possibile grazie a due componenti: o il Quadro di Controllo, che permette, tramite una sorta di portale operativo, di sintetizzare le attività dell’operatore a livello del singolo portafoglio, di filiale, di area e di banca. Il Quadro di Controllo, inoltre, mette a disposizione di ciascun utente la propria agenda e il proprio “da fare” e introduce KPI per l’operatore che suggeriscono azioni (immediate, tattiche e strategiche) sui clienti che presentano criticità o opportunità;o la Scheda Cliente, che consente all’operatore di avere una panoramica completa sulla posizione del cliente in termini di redditività, volumi, prodotti, scadenze, rischio. Essa introduce anche indicatori di profiling e comportamentali e dà evidenza di eventuali allarmi ed opportunità.La piattaforma Cedacri trionfatrice al Forum ABI Lab si distingue inoltre per l’integrazione al proprio interno di una evoluta soluzione di firma biometrica, ausilio fondamentale per la dematerializzazione di processi quali la gestione dei contratti di acquisizione e vendita di nuovi prodotti bancari (conti correnti, mutui, fidi, etc.), così come della busta di cassa di filiale (distinte, contabili, etc.). La soluzione di firma biometrica proposta da Cedacri permette inoltre di ridurre il rischio di possibili frodi a danno della banca e dei propri clienti. Facendo leva sull’identità biometrica, infatti, tale firma non può essere presa in prestito o delegata ad altri, né tanto meno falsificata.Al Forum ABI Lab i visitatori non solo hanno sperimentato direttamente l’innovatività di Front End Unico presso l’area dimostrativa, ma hanno anche potuto sentire dalla voce diretta di Banco Desio, uno degli istituti che ha già adottato la soluzione Cedacri, quali vantaggi la piattaforma ha permesso di ottenere. Mercoledì 28 marzo è toccato infatti a Marcello Sala e Alberto Panato del Gruppo Banco Desio e a Stefano Carmina di Cedacri illustrare l’esperienza dell’istituto con Front End Unico; in particolare è emerso come, facendo leva sul nuovo strumento, Banco Desio abbia potuto introdurre un nuovo modello operativo di filiale focalizzato sullo sviluppo commerciale e sulla gestione del rischio. “Il successo ottenuto al Forum ABI Lab con Front End Unico rappresenta per Cedacri motivo di grande soddisfazione. Crediamo infatti molto nelle potenzialità della piattaforma, che ha già dimostrato di portare notevoli benefici alle banche che l’hanno implementata”, commenta Fabio De Ferrari, Direttore Generale di Cedacri. “Front End Unico consente infatti da una parte di accrescere l’efficienza operativa in filiale semplificando i processi e dall’altra di migliorare sensibilmente la relazione con la clientela, con conseguente aumento dell’indice di Cross Selling, incremento del margine sul cliente e riduzione del tasso di abbandono”. CedacriIl Gruppo Cedacri, focalizzato da 35 anni sullo sviluppo di soluzioni di outsourcing, con oltre 1.300 dipendenti, occupa una posizione di leadership nel mercato garantita da più di 150 clienti tra banche, istituzioni finanziarie, e aziende industriali, ai quali è in grado di fornire una gamma completa e integrata di servizi: full outsourcing, applicazioni software, facility management, business process outsourcing, carte di pagamento e business information. Con 31,5 milioni di transazioni gestite giornalmente, 30.000 utenti utilizzatori del sistema, 30.000 Mips di potenza elaborativa mainframe e 4.000 server, il centro di calcolo di Cedacri si colloca ai primi posti tra i centri italiani. Il fatturato consolidato 2010 si è attestato sui 253,3 mln di euro. Cedacri è certificata ISO 9001: 2008, ISO/IEC 27001: 2005 e ISAE 3402 Type Two.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet