Parmalat: addio alla sede del crac la palazzina di via Oreste Grassi in vendita


parma 3 agosto La sede “storica” del crac Parmalat, quella in via Oreste Grassi al centro di Collecchio immortalata nel dicembre del 2003 dalle foto sui giornali e dai tg con l’arrivo della Finanza, e’ in vendita.Il dossier, si legge sul Corriere della Sera, e’ tra quelli che il nuovo a.d. Yvon Guerin si trovera’ a gestire dopo l’estate. Un progetto anche piu’ ampio di dismissioni immobiliari non strategiche da 200 milioni (nel carnet Parmalat ci sono anche dei terreni romani) era stato presentato come imminente agli analisti nel marzo scorso dal direttore finanziario, ora dimissionario, Pierluigi De Angelis.Tutto era stato congelato con l’arrivo dei tre fondi esteri Skagen, Zenith e MacKenzie e le vicissitudini che hanno visto quel pacchetto del 15,3% passare nelle mani della famiglia Besnier, che poi ha lanciato un’Opa conclusa all’inizio di luglio ma, da quanto si apprende dal quotidiano, c’erano gia’ stati in gran segreto alcuni contatti alla fine dell’anno scorso con imprenditori locali per lo sviluppo immobiliare e la trasformazione da uffici in residenze degli 8 mila metri quadrati.E’ presumibile che i nuovi azionisti vogliano rivedere tutto il processo dall’inizio, frenata immobiliare permettendo. Per la citta’ finita sui giornali di tutto il mondo per il crac il passaggio della vendita potrebbe avere un valore catartico, anche se la scritta Parmalat marrone sopra l’ingresso degli uffici era stata fatta sparire gia’ da qualche tempo da una mano pietosa. Si trattera’ di capire se i manager francesi, Guerin in primis, preferiranno la vitale Milano alla pacifica periferia di Collecchio. Ironia della sorte, De Angelis aveva anticipato che i 100 milioni di plusvalenza sarebbero potuti andare agli azionisti. Ora che l’83,3% della societa’ e’ dei Besnier la questione e’ un puro particolare.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet