Piano Famiglie ABI: il Gruppo Cariparma Crédit Agricole aderisce alla quarta proroga dell’accordo


PARMA 27 AGOSTO – Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma l’attenzione alle esigenze delle famiglie italiane e aderisce all’ultima proroga della moratoria per la clientela privata concordata da ABI e Associazioni dei Consumatori nell’ambito del Piano Famiglie. Fino alla fine di gennaio sarà quindi possibile, alla luce di eventi verificatisi entro il 31 dicembre 2012, presentare presso le tre banche del Gruppo la domanda di sospensione per un anno della quota capitale del mutuo. “Dal lancio del primo Piano Famiglie ABI, nel 2010, le banche hanno continuato a ricevere domande di sospensione della quota capitale mutuo e il 2012 in particolare ha visto un aumento significativo delle richieste – ha spiegato Nicola Generani, Responsabile Direzione Marketing Retail del Gruppo Cariparma Crédit Agricole. La decisione di prorogare ulteriormente la moratoria rappresenta un’iniziativa importante e necessaria dato che la crisi non accenna a diminuire. E’ dovere delle banche e, a maggior ragione di un Gruppo di prossimità come il nostro, favorire la sostenibilità del debito delle famiglie che si trovano in temporanea difficoltà. Del resto, siamo stati tra i primi a lanciare sul mercato soluzioni di socialità finanziaria che ad oggi continuano a confermare la loro efficacia”. Cariparma, FriulAdria e Carispezia sono disponibili a valutare anche richieste avanzate da famiglie che non hanno subito gli eventi indicati nell’accordo ABI (morte, perdita del lavoro, perdita dell’autosufficienza, cassa integrazione), ma che presentano comunque situazioni tali da non consentire il regolare pagamento delle rate del mutuo. Ciò ha permesso al Gruppo di sostenere un numero ancora maggiore di famiglie in temporanea difficoltà.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet