C’E’ UNA ‘FRONDA’ ANTI BONDI IN PARMALAT


COLLECCHIO 26 GENNAIO C’è un accordo di coordinamento tra i fondi Skagen, Mackenzie Financial Corporation, Zenit Asset Management AB (Brummer&Partners) – soci al 15,3% di Parmalat – per presentare una lista comune per il rinnovo del consiglio d’amministrazione e del collegio sindacale del gruppo alla prossima assemblea.Lo si legge in una nota chiesta dalla Consob dopo le indiscrezioni di stampa. Nel comunicato i tre investitori sottolineano di non aver deciso ancora i nomi dei candidati.TITOLO IN RIALZO IN BORSA. Le voci sull’intesa tra i fondi hanno spinto le quotazioni del titolo Parmalat, questa mattina a Piazza Affari. Il titolo, beneficiando anche del giudizio positivo di Exane che ha alzato la sua valutazione da underperform a neutral, guadagna il 5,13% a 2,252 euro. Secondo quanto scritto dal Corriere della sera, un gruppo di fondi che avrebbe già raccolto il 17% del capitale di Parmalat sta preparando una lista in vista del rinnovo del consiglio di aprile che lascerebbe fuori l’attuale amministratore delegato Enrico Bondi e di fatto azzererebbe l’attuale cda.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet