parmalat nel mirino – MASSIMO ROSSI CANDIDATO AD


COLLECCCHIO 25 FEBBRAIO I tre fondi stranieri (Mackenzie, Zenit e Skagen), che hanno raccolto in patto il 15,3% del capitale Parmalat, avrebbero trovato il manager per sostituire l’attuale Ad del gruppo alimentare, Enrico Bondi. Lo scrive questa mattina il Corriere della Sera, secondo cui il nome scelto dai fondi è Massimo Rossi, ex amministratore delegato della svedese Swedish Match. Il quotidiano di via Solferino riporta che l’intenzione dei nuovi pattisti sarebbe quella di utilizzare gli 1,4 miliardi di euro di cassa per un’acquisizione di rilievo. Rossi, in 25 anni alla guida di Swedish Match, ha condotto oltre 60 operazioni di M&A. Secondo quanto ricostruito dal CorSera, Rossi dovrebbe far parte di un comitato strategico formato da 5 componenti e ricoprire la carica di vicepresidente. All’interno del comitati Rainer Masera dovrebbe coprire il ruoli di presidente, mentre il nuovo Ceo non è ancora stato individuato.Parmalat debole a Piazza Affari dove viaggia vicino alla linea della parità trattando a 2,186 euro. Secondo indiscrezioni riportate dal Corriere della Sera il fatturato italiano 2010 di Parmalat dovrebbe subire una flessione dell’11% rispetto al 2009. “E’ un’indicazione veramente negativa visto che noi stimiamo un calo del 4%” segnala un analista di una primaria banca d’affari. La prova dei conti per il gruppo di Collecchio è fissata per il prossimo 2 marzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet