PR 231/1/2011 Si trasferisce a Parma Stile21, uno tra i più importanti player del mercato italiano delle case in legno


PARMA 31 GENNAIO Trasloca da Venezia a Parma la sede di Stile21, il consorzio di aziende costruttrici, nato nel 2007 per unire le forze delle singole aziende e imporsi sul mercato delle case in legno come player leader del settore. Alla guida del Consorzio ci sarà il parmigiano Fabrizio Raimondi, 36 anni, giornalista, esperto di comunicazione che ha maturato un’esperienza significativa nelle pubbliche relazioni in Italia e all’estero in qualità di responsabile ufficio stampa e relazioni esterne del Consorzio del Prosciutto di Parma. Il Cda di Stile21 ha scelto il nuovo direttore per espandersi ulteriormente sul mercato, intensificando le attività di pubbliche relazioni per aumentare la conoscenza del marchio, attraverso iniziative mirate a far conoscere le elevate performance del legno come materiale da costruzione. Stile21 si posiziona come società di servizi per le aziende del settore “case in legno”. L’obiettivo è quello di sostenere e favorire la crescita dei consorziati, sia in termini qualitativi sia di performance. Fanno parte di Stile21 diverse piccolo e medie aziende, ubicate nel nord-centro Italia (Venezia, Sondrio, Varese, Bergamo, Piacenza, Parma, La Spezia e Grosseto) con un fatturato complessivo che si aggira intorno ai 30 milioni di euro. A rappresentare Stile21 in provincia di Parma è l’azienda Uni-Edil di Langhirano, nata nel 2006 dalla fusione di 3 aziende familiari: Edilizia 2000, Soncini & Fanti, PR di Pizzarelli Mario. Le aziende del Consorzio hanno in comune una consolidata esperienza nel settore delle strutture in legno, la selezione delle migliori materie prime locali – scelte solo da foreste gestite in maniera sostenibile – la formazione continua dei collaboratori, e un manuale progettuale e costruttivo condiviso che fa parte del patrimonio distintivo di Stile21. Stile21 promuove inoltre iniziative di collaborazione fra imprese consorziate ed università, parchi scientifici e tecnologici e centri di ricerca, volte alla predisposizione di specifici progetti di ricerca, innovazione e certificazione, al fine di divulgare un metodo costruttivo di eccellenza. Il pay off di Stile21 è “Costruttori di benessere”: la strategia di comunicazione punta sui vantaggi di costruire in legno anziché in cemento, mettendo in primo piano i plus di una scelta a favore dell’eco-sostenibilità e le sinergie tra ecologia, risparmio energetico e qualità della vita. E’ sufficiente visitare il sito www.stile21.it per rendersi conto di quanti siano i vantaggi dell’utilizzo del legno come materiale da costruzione: comfort e benessere abitativo, eco-compatibilità, alta protezione termica, risparmio energetico, sicurezza in caso di incendio, statica e protezione sismica, protezione dal rumore, sicurezza e semplicità di impiego, curabilità, velocità di costruzione. “Il mercato delle case in legno in Italia ha una storia recente ed è un mercato di nicchia con una quota che si aggira intorno allo 0.5% del totale costruito. Siamo ancora molto lontani dai numeri della Germania, dove per ogni 100 nuove case costruite ogni anno, 20 sono in legno. Tuttavia, la curiosità intorno alle case costruite ‘senza mattoni’ è in forte crescita per diversi motivi: per la gradevolezza e l’aspetto naturale delle strutture, per il risparmio energetico, per il piacere di una scelta a favore dell’eco-compatibilità. Lo sforzo di Stile21 sarà quello di fare capire anche ai più scettici che il legno è un’opportunità sensata e lungimirante e che scegliere una casa eco-sostenibile significa accrescere il proprio comfort abitativo” afferma Fabrizio Raimondi, direttore del Consorzio Stile21.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet