Prosciutto di Parma e Grana Padano: la Cina riconoscerà la Dop


PARMA 22 MARZO Sono caduti tutti gli ostacoli al riconoscimento da parte della Cina dei primi due prodotti di alta qualità italiani: sono il Grana Padano e il Prosciutto di Parma. Lo ha detto a Shanghai il commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Ciolos, annunciando che gli operatori cinesi non si oppongono più all’avvio di un rapido processo di registrazione reciproco di dieci prodotti Dop e Igp europei.Contemporaneamente l’Europa avvierà il processo di registrazione di altri 10 alimenti di alta qualità cinesi. Il ministro delle Politiche agricole Giancarlo Galan è soddisfatto della novità: «Il riconoscimento da parte della Cina delle due Indicazioni Geografiche italiane, Grana Padano e Prosciutto di Parma, rappresenta un punto di partenza importante per la registrazione, la protezione e la valorizzazione dei nostri prodotti Dop e Igp nei mercati asiatici». «L’obiettivo dell’Italia e del ministero delle Politiche agricole – aggiunge Galan – è quello di proseguire su questa strada, valorizzando le eccellenze agroalimentari e dando così la possibilità a tutte le Indicazioni Geografiche di guadagnare spazi importanti sia tra operatori e consumatori cinesi sia in tutto il resto del mondo».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet