pr 21 /3/2011 parmalat bccciata dagli analisti


collecchio 21 marzo Dopo i fuochi d’artificio della scorsa settimana, per Parmalat è tempo di prese di beneficio. Il titolo del gruppo di Collecchio accusa un ribasso di cinque punti percentuali scivolando a quota 2,464 euro nella prima seduta di Borsa dopo la disponibilità manifestata dal gruppo Ferrero a sostenere la cordata italiana cui sta lavorando Intesa Sanpaolo, in chiave difensiva contro l’attacco dei francesi di Lactalis, interessati crescere ancora nel gruppo di Collecchio. Settimana scorsa si è accesa la battaglia per assicurarsi la gestione di Parmalat, con ben quattro liste depositate in vista dell’assemblea che ad aprile nominerà il nuovo consiglio di amministrazione.Togliamo Parmalat dal portafoglio raccomandato in quanto ai prezzi attuali il titolo sconta già buona parte della potenziale creazione di valore incorporata nel nostro target di 2,80 euro”. E’ questo il commento degli analisti di Equita nel report uscito oggi e raccolto da Finanza.com. Rating hold. Il titolo del gruppo di Collecchio oggi cede tre punti percentuali scivolando a 2,504 euro. Parmalat finisce sotto la scure di Cheuvreux. Il broker francese ha abbassato questa mattina il giudizio sulla società di Collecchio, portandolo ad underweight “per fattorizzare i fondamentali, l’appeal speculativo, nonostante nello scenario migliore il titolo possa raggiungere quota tre euro”. “A 2,6 euro, il titolo tratta a 8 volte le stime di Ev/ Ebitda 2011, vicino alla media dei competitors di 8-8,5 volte. Quando gli acquisti sul mercato termineranno il prossimo primo aprile, il titolo potrebbe correggere leggermente”, spiegano gli analisti francesi nel report uscito oggi. Target price a 2,60 euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet