OTTIMISMO ALLE FIERE DI PARMA PER MECSPE


PARMA 21 MARZO – Il 71% delle imprese della meccanica e della subfornitura dell’Emilia-Romagna ha ottenuto nel 2010 un fatturato in crescita rispetto al 2009 ed il 14% ha pareggiato i conti con l’anno precedente. Per l’ 85% degli imprenditori la previsione per i primi sei mesi del 2011 ha il segno positivo rispetto ai primi sei mesi del 2010. Questi i primi dati emersi dall’indagine condotta dal Centro Marketing di Milano e commissionata da MECSPE, la fiera internazionale dedicata alle tecnologie per l’industria che produce, organizzata da Senaf che si svolgerà dal 24 al 26 marzo 2011 presso i padiglioni di Fiera di Parma.Da sempre motore della crescita del sistema produttivo italiano l’industria dei trasporti sarà protagonista di MECSPE attraverso una serie di iniziative ed appuntamenti dedicati al comparto automotive, motorsport, aeronautico, nautico e ferroviario che, oltre a presentare le produzioni di eccellenza del Made in Italy e le soluzioni più innovative per la mobilità del futuro, si avvarranno della presenza di esponenti di spicco del mondo industriale ed accademico che offriranno una fotografia aggiornata della situazione economica del settore.Tornando ai dati dell’indagine dal punto di vista occupazionale il 2010 si è caratterizzato per una certa stabilità: il 64% delle imprese ha mantenuto invariato il proprio organico e la previsione per i primi sei mesi del 2011 vede questo dato salire all’85%.La priorità delle aziende per il 2010 è stata la riorganizzazione in un’ottica di ottimizzazione dei costi: l’82% delle imprese dichiara infatti di non aver effettuato alcun investimento per il rinnovo dei macchinari e di non aver quindi potuto usufruire dell’agevolazione Tremonti Ter che ne prevedeva la detassazione.Per quanto riguarda l’innovazione dell’azienda gli imprenditori sono stati interpellati per capire quale quota del fatturato fosse destinata a questo aspetto: il 45% del campione accantona una quota entro il 5% del fatturato mentre il 25% una quota che va dal 6% al 10%.Il mercato estero rappresenta un’ importante opportunità per il comparto: il 50% della imprese esporta i propri prodotti fuori dall’Italia ed il 13% di queste ottiene all’estero oltre il 40% del proprio fatturato. L’83% delle aziende ritiene inoltre un fattore importante per il rilancio definitivo del settore l’incremento delle domanda di macchine italiane da parte dei Bric, che nel 2010 è stato il più consistente.Sul fronte del superamento definitivo della crisi del comparto le aziende vedono come fattore prioritario la risoluzione della problematica relativa al pagamento delle fatture: il 59% delle aziende ritiene utile il recepimento nell’ordinamento italiano della direttiva europea che impone a debitori pubblici e privati il pagamento delle fatture entro trenta giorni dall’emissione.“E’ assolutamente incoraggiante poter divulgare dati che dimostrano come il comparto manifatturiero stia riuscendo a superare il momento di crisi attraverso una politica di ottimizzazione dei costi, di innovazione e di sviluppo di alleanze tra imprese – commenta Emilio Bianchi, Direttore di Senaf– Noi abbiamo registrato questa inversione di tendenza dalle conferme di partecipazione per l’edizione 2011 di MECSPE che vede già il tutto esaurito. Il sistema di relazioni che viene a crearsi in fiera è proprio funzionale allo sviluppo di reti d’impresa, un modello che può aiutare le aziende del comparto manifatturiero italiano ad ottimizzare costi e processi e a proteggersi dalla concorrenza delle realtà straniere”.I nove saloni di MECSPE:MECSPE – la città della meccanica specializzata -; Eurostampi e Plastix Expo – il mondo degli stampi e dello stampaggio -; Subfornitura – la più grande fiera italiana per le lavorazioni in conto terzi -; Motek Italy – l’automazione, la robotica e le trasmissioni di potenza -; Control Italy – la metrologia e la qualità -; Trattamenti & Finiture – il trattamento e la finitura delle superfici -; Automotive – i materiali, le tecnologie e la subfornitura per l’industria dei trasporti -; Logistica –i sistemi per la gestione della logistica, le macchine e le attrezzature.I numeri dell’edizione 2011Previsti oltre 25.000 visitatori, oltre 1000 espositori, 35 isole di lavorazione, 14 viali e piazze tematiche, 9 piazze d’eccellenza, 22 convegni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet