barilla crea un quartier generale europeo a parigi


PARMA 21 MARZO FAMIGLIE La Barilla chiuderà il 2010 con una sostanziale stabilità di fatturato (intorno ai 4 miliardi di ricavi) ma è l’estero la grande via di crescita così il presidente Guido Barilla investe.In Francia è stata creata una nuova holding che ha unito tutte le entità legali preesistenti (Harry’s Barilla France e Harry’s sas) e sono state raggruppate le attività nei prodotti da forno con il marchio Harry’s e nella pasta. Un business che ha ramificazioni in Russia e Benelux e che valeva poco meno di 500 milioni di ricavi nel 2009. La nuova Barilla France è presieduta da Francesco Del Porto ed è guidata da un comitato esecutivo composto da manager francesi e italiani, ha un capitale sociale di 126 milioni e ha sede a Parigi nei nuovi uffici di Rue de Grenelle dove è stato trasferito anche il quartiere generale di tutte le attività europee. L’altro cantiere aperto è in Germania dove ha sede la controllata Lieken ag. I fratelli Barilla e i loro soci di minoranza svizzeri (Anda-Buhrle) hanno ceduto le panetterie a marchio Kamps, un’attività da 200 milioni di fatturato fonte di perdite più che di guadagni, così come il brand spagnolo Bella Easo, anch’esso ceduto a terzi riportando una perdita di 49 milioni. Ora in Germania è rimasta la divisione che produce pane e fette biscottate per la grande distribuzione con i marchi Golden Toast e Lieken, un business da 790 milioni nel 2009, che si integra con il ramo bakery della casa. E che è tornato in equilibrio nel 2010 dopo le pesanti svalutazioni che portarono, in rosso il bilancio consolidato del gruppo Barilla nel 2009.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet